Nuovo assetto al Libero Consorzio di Trapani, si razionalizzano le spese

Nuovo assetto al Libero Consorzio di Trapani, si razionalizzano le spese

Per adeguarsi ad un mutato contesto normativo e finanziario, il Libero Consorzio Comunale di Trapani si è data una nuova organizzazione interna. A conclusione di un apposito e complesso procedimento, iniziato nel novembre dello scorso anno, sono state peraltro fatte diminuire sensibilmente (da 25 a 19) il numero delle “posizioni organizzative” che saranno conferite ad altrettanti dipendenti individuati comparativamente tra i funzionari (cat. D) in dotazione organica. Tale diminuzione degli incaricati e il conseguente abbattimento dei costi, sono le risultanze di una trattativa conclusa tra il Libero Consorzio e i sindacati aziendali e territoriali. Ciò che emerge dalla nuova struttura sono i risparmi che immediatamente si realizzano, in quanto alla spesa per la retribuzione accessoria si applica una decurtazione (da oltre 250 mila a 225 mila euro) del relativo “fondo”. Viene inoltre situazionalizzata la sopravvenuta ed eccezionale carenza di figure dirigenziali che – unico caso in tutta la Sicilia – vede l’Ente trapanese avvalersi di un solo dirigente di ruolo. Alcuni servizi verranno garantiti: ad esempio l’assistenza igienico-personale e la comunicazione agli studenti disabili, la manutenzione di oltre 1.500 chilometri di strade provinciali, la gestione di 75 scuole superiori e delle Riserve Naturali Orientate.

Segui ItacaNotizie.it
su Facebook!