Senza Giacca

In Lettere
Maigritte

In questi giorni si vedono affissi ovunque manifesti di candidati alle elezioni per il rinnovo delle cariche politiche regionali. Ciò che salta subito agli occhi è che quasi tutti hanno scelto foto di sé senza giacca né cravatta. Mi riferisco non solo a chi si candida per fare il presidente, ma anche a chi si propone come deputato. A mio parere non ci sono scuse: il caldo eccessivo o il volere apparire meno formale o perché la giacca non è più di moda? Secondo quest’ottica in cui si considera giacca e cravatta un rito inutile, prevedo che in futuro non si esporranno più le bandiere, si aboliranno gli inni nazionali, non si leggeranno più i regolamenti, non si formuleranno più i programmi d’intenti. No, affatto. Non accetto nessuna motivazione.

Chi decide di proporsi non è costretto a farlo, ma se lo fa deve presentarsi come richiede il ruolo per il quale desidera essere votato. Certo, è vero che “non è l’abito che fa il monaco” ma è pur vero che ogni luogo presuppone un look adeguato al ruolo e mi pare che chi si mostra per rappresentare il futuro governo di una regione importante come la Sicilia deve tenerne conto. Non voglio fare un elogio alla giacca e cravatta, tuttavia il rigore formale che conferisce l’abito esalta l’impegno e dà enfasi all’unicità del candidato che si propone e che dunque a seconda di come si presenta trasmette un implicito messaggio in chi guarda. Non voglio portare alcuni modelli estremisti di galateo in contesti lavorativi e professionali in uso in altri paesi, come ad esempio il completo grigio in Inghilterra, ma un candidato deve essere fiero del formalismo rigoroso che deriva dal mostrarsi in giacca e cravatta perché è un segno di rispetto per il pubblico.

Maria Grazia Sessa

You may also read!

aula bunker Ucciardone Palermo

“La mafia sia un tema prioritario per la politica”. Dall’aula bunker dell’Ucciardone l’omaggio ai caduti delle Stragi

Il ricordo di una delle pagine più drammatiche della storia nazionale e la riflessione sul ruolo della mafia oggi.

Read More...

Nuovo coordinamento per Progettiamo Marsala

ProgettiAmo Marsala continua la sua attività politica. Il nuovo coordinamento è costituito da Gabriele Di Pietra (coordinatore), Claudia Brugnone

Read More...

La Chiesa San Matteo ricorda Paolo Angileri, figura di spicco dell’Azione Cattolica

Lunedì scorso, presso la Chiesa Parrocchiale San Matteo Apostolo ed Evangelista di Marsala, si è tenuta una celebrazione eucaristica,

Read More...

Mobile Sliding Menu