A Favignana 2.000 presenze al “The Djoon Experience”

In Eventi, Favignana, Musica
Sono 2.000 le presenze che si sono registrate nel week-end a Favignana per partecipare al The Djoon Festival”, la quattro giorni dedicata alla musica del panorama house, disco, afro, funky e soulful, che ha inaugurato la stagione estiva alle Egadi. Nella serata di sabato all’Approdo di Ulisse, a Cala Grande, quartier generale del Festival, sono state registrate duemila presenze, tra i residenziali del Festival (coloro che dormivano all’interno della struttura) e chi ha raggiunto l’isola apposta per il mega party. Sull’isola, per il quarto anno consecutivo, si sono incontrati artisti e pubblico di culture diverse, dove la diversità è diventata parte di un unico contesto in uno scenario di accoglienza, caratterizzato dalla spontaneità delle relazioni e dall’uguaglianza.
I giovani arrivati da ogni parte del mondo hanno potuto scoprire tutti gli angoli dell’isola. Dalle cale, all’ex stabilimento Florio al Giardino ipogeo. «L’obiettivo che ci siamo sempre prefissati è quello di destagionalizzare – ha ribadito Francesco Culcasi della “Making Partners” – cioè portare sull’isola, in periodi “fuori stagione” appassionati di questo genere di musica che così hanno la possibilità di conoscere e “vivere” l’isola. Quest’anno, più delle tre edizioni passate, abbiamo raggiunto a pieno l’obiettivo, soprattutto in un momento difficile per il nostro territorio vista la riduzione dei voli dall’aeroporto di Trapani-Birgi». Massiccia la partecipazione di ragazzi francesi, molti dei quali hanno messo piede a Favignana per la prima volta. Dal mare l’isola ha davvero stupito gli ospiti che ne hanno potuto apprezzare l’acqua cristallina e le magnifiche cale con l’acqua azzurra, partecipando ai boat party di sabato e domenica.
Anche quest’anno il Festival è stato studiato per far vivere anche il centro dell’isola. La line updi quest’anno ha incluso, infatti, 4 ore di musica no stop nelle ore serali nei principali locali del centro. Nelle consolle si sono alternati, tra gli altri, Djeff Afrozila dal Portogallo, Terrence Parker & Merachka e Jamie 3:26 dagli Stati Uniti. Ma anche gli italiani Alex De Ponti, Francesco Samperi, Davide Fiorese, i Chaos in the CBD e dagli Usa sono arrivati Jenifa Mayanja, Jus-Ed, Rahaan. «Quest’anno abbiamo avuto 4 giorni di tempo magnifico – ha detto Afshin Assadian, dj francese e fondazione del Djoon di Parigi – le presenze internazionali danno il valore aggiunto a questa manifestazione unica nel suo genere in Sicilia, dove alla musica si abbina il territorio, promuovendolo e facendolo “vivere” a 360 gradi».

You may also read!

mareggiate Marsala

Allerta gialla in tutta la Sicilia: domenica previste piogge e mareggiate

Si chiude con un fine settimana nel segno della pioggia questo mese di maggio anomalo, che ha regalato, soprattutto

Read More...
alcamo carabinieri

Ruba un’auto e si dirige verso la processione: panico ad Alcamo, indagano i Carabinieri

Momenti di panico ieri sera ad Alcamo durante una processione. Durante il rito religioso, poco prima della mezzanotte, un

Read More...
don Alessandro Palermo

Scrive don Alessandro Palermo sul decreto Minniti e gli eventi pubblici

In seguito alla “non accoglienza” – comunicatami solo alla vigilia dell’evento – della mia richiesta di realizzare un semplice

Read More...