Agenda Urbana, Turano: “Mobilità, consumi e coste, i Comuni possono intervenire con i fondi della Regione”

In Apertura, Regione
Mimmo Turano

Un’importante notizia giunge dalla Regione Siciliana era giunta nei giorni scorsi. Il Governo Musumeci ha approvato la progettualità strategica di “Agenda Urbana” che, secondo quanto affermato dal primo cittadino Alberto Di Girolamo, avrà ricadute positive sul fronte della viabilità e sostenibilità nel trapanese. Si tratta di un consistente investimento di oltre 70 milioni di euro destinato a Marsala, comune capofila dell’Agenda Urbana, Castelvetrano, Mazara del Vallo e Trapani-Erice. Fra qualche settimana verrà stipulata la Convenzione fra la Regione e il Comune di Marsala per conto dei cinque della coalizione e, subito dopo, l’avvio della progettualità. “Agenda Urbana” si pone quattro obiettivi tematici: Agenda digitale, Energia sostenibile e qualità della vita, Cambiamento climatico-Prevenzione e gestione dei rischi, Inclusione sociale.

Degli oltre 70 milioni di euro, sono 18 i milioni destinati a Marsala. L’assessore regionale Mimmo Turano è intervenuto sull’argomento: “I fondi dell’Agenda Urbana sono una grande opportunità per cambiare il volto delle nostre città in termini di servizi e di vivibilità”. Gli interventi, previsti dalla Strategia di sviluppo urbano sostenibile all’interno del Programma operativo Fesr 2014-2020 per le città della Sicilia occidentale, riguarderanno, nello specifico, la digitalizzazione della Pubblica amministrazione locale (2.793.548 euro), la riduzione dei consumi energetici e la mobilità sostenibile (40.958.589 euro), la lotta al dissesto idrogeologico e la riqualificazione del verde cittadino (8.834.282 euro) e l’inclusione sociale (17.981.681 euro).

“Grazie a questi fondi – sottolinea Turano – i cinque comuni dell’Agenda urbana potranno programmare una serie di interventi che consentiranno di avere un’amministrazione più efficiente e in grado di rispondere al meglio alle esigenze e alle problematiche dei cittadini. Trapani, Marsala, Erice, Castelvetrano e Mazara del Vallo avranno la possibilità di digitalizzare totalmente i loro servizi, di ridurre i costi dell’illuminazione urbana di circa il 20%, di acquistare bus ecologici e costruire nuove piste ciclabili, di aprire asili e centri per anziani, senza dimenticare la messa in sicurezza del territorio e il contrasto all’erosione costiera”.

Dopo l’approvazione da parte della Giunta regionale dello schema di convenzione, spetterà a Marsala, ente capofila, la stipula dell’accordo con i dipartimenti regionali e la selezione dei progetti provenienti dalle città coinvolte. “Abbiamo una road map molto chiara che ha come traguardo il 2020 – aggiunge l’assessore regionale alle Attività Produttive – che ci consente anche di recuperare tutti quei progetti che i comuni avevano già presentato e che erano bloccati per mancanza di copertura finanziaria. Non essendo più richiesta la compartecipazione mi aspetto che le nostre città spendano e spendano bene e nei tempi previsti anche al fine di raggiungere la premialità prevista che ammonta a circa il 10%”.

 

You may also read!

E’ morto l’insegnante Attilio Del Puglia

È venuto a mancare all’affetto dei suoi cari Attilio Del Puglia, maestro conosciutissimo a Marsala per le sue doti

Read More...

Santa Pasqua, il messaggio del Vescovo Mogavero e un pensiero a Notre Dame

Qui il messaggio del Vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Monsignor Domenico Mogavero, in occasione della Santa Pasqua:

Read More...
Misteri

Misteri, il Questore di Trapani ringrazia Maestranze, Ceti e cittadini per “l’alta responsabilità”

A poche ore dalla conclusione della processione dei Misteri di Trapani il Questore della Provincia, vuole ringraziare l’Unione Maestranze

Read More...