Produzione dimezzata e preoccupazioni per gli agricoltori, interviene la CIA

In Agricoltura, MARSALA, PETROSINO

Produzione dimezzata e preoccupazioni per gli agricoltori, interviene la CIA

Concluse le elezioni regionali, con dati che fanno riflettere sulle percentuali dei votanti, elettori delusi con la politica, a vincere è stato l’astensionismo. Ne è convinta anche la Confederazione Italia Agricoltori, guidata a Petrosino da Enzo Maggio, che evidenzia come il 53,24% degli aventi diritto, ovvero un elettore su due, non sia andato alle urne.

“Il debutto dell’Assemblea regionale siciliana non è stato felicissimo – afferma il responsabile CIA -, anche agli occhi di chi guarda la Sicilia come isola felice per investire le proprie risorse e dare sviluppo alla nostra terra. Sono molto preoccupato per la nostra agricoltura, in particolare per la vitivinicoltura, che non ha una progettualità oltre a quella delle cantine che fanno ogni sforzo per dare speranza ai soci che ammassano l’uva. La politica ancora non si è accorta che in questa Provincia i produttori agricoli stanno abbandonando le proprie produzioni per i ricavi scarsi e gli alti costi di produzione”.

Per la CIA e gli agricoltori del territorio la speranza è che la deputazione trapanese – ben 5 sono stati gli eletti e due i marsalesi – si accorga del dimezzamento della produzione causata dalla siccità. “Spero che il nuovo assessore all’Agricoltura possa dare un sostanziale aiuto al settore”, afferma Maggio. Poi sui canoni irrigui del Consorzio di bonifica Tp1, afferma che quest’anno ad alcuni agricoltori è stata concessa l’acqua per irrigare alla vigilia della vendemmia.

“Ciò è irriguardoso per il coltivatore che lavora tutto l’anno mettendo a rischio le proprie produzioni ed in particolare quelli precoci – sostiene il responsabile locale della CIA -. E’ necessario rivedere gli aiuti europei P.S.R. altrimenti le aziende piccole e medie rischieranno di chiudere o di trasferirsi al nord come sta avvenendo in questo momento. Mi chiedo com’è possibile che dopo questi danni subiti a causa della siccità, l’agricoltore, per esempio come avviene a Mazara del vallo, debba pagare il 10,10 x1000 di Imu sui terreni agricoli”.

You may also read!

Rocca del Gallo vandalizzato_19.11.2017_1

Campobello, vandalizzato il parco urbano di Rocca del Gallo. Amarezza delle istituzioni

Vandali in azione domenica pomeriggio nel parco urbano di Rocca del Gallo. Ignoti hanno danneggiato le capannine in legno

Read More...
Crollo di un vecchio magazzino a Paceco

Crollo di un vecchio magazzino a Paceco. Il sindaco: “area transennata e già sottoposta a sorveglianza”

Il sindaco di Paceco, Biagio Martorana, interviene per alcune precisazioni, in merito al parziale crollo di un vecchio magazzino

Read More...

A Custonaci la presentazione di un volume sull’Aghadir di Pizzo Monaco

Venerdì 24 novembre, alle ore 18.00, presso la Sala Conferenze Solina Quartana del Santuario Maria SS. di Custonaci sarà

Read More...

Mobile Sliding Menu