Consiglio comunale: tre ore di interrogazioni e risposte

In Apertura, Marsala, Politica
Consiglio comunale

 

Consiglio comunale: tre ore di interrogazioni e risposte

Seduta dedicata alla interrogazioni quella di ieri pomeriggio del Consiglio comunale di Marsala. Diverse ed articolate le tematiche proposte dai Consiglieri a cui, volta per volta, hanno risposto il sindaco e gli assessori. Nelle quasi tre ore in cui si è protratta la seduta, sono intervenuti una decina di consiglieri comunali affrontando le tematiche più articolate. Dalla situazione dell’impiantistica sportiva, al patrimonio comunale, alla sicurezza.

La parte del leone l’ha fatta lo stato delle strade e la scarsa illuminazione, sia in centro che nelle periferie. Ad una prima serie di domande il sindaco Alberto Di Girolamo ha replicato che l’attenzione dell’esecutivo nei confronti delle contrade e dei quartieri ad alta densità abitativa è massima. Che la manutenzione e la pulizia delle strade viene assicurata così come è costantemente posta in attenzione l’impiantistica sportiva e fra queste la situazione dello Stadio “Nino Lombardo Angotta” per il quale si sta predisponendo un bando per dotarlo di campo in erba sintetica. Tra gli interventi maggiormente articolati quello del capogruppo del partito democratico Antonio Vinci.

A nome del suo gruppo ha illustrato una interrogazione che riguarda agli avvisi Ici e Imu inviati in questi giorni dall’Ufficio Tributi.“Vi sono diverse discrepanze e si poteva evitare – afferma l’esponente di maggioranza – di inviare gli avvisi del 2012 che non vanno in prescrizione”. Il Pd su questa interrogazione ha richiesto all’amministrazione una dettagliata risposta scritta.

Sul protocollo firmato nella mattinata tra l’O.I. Manufacturing (ex Sicilvetro) Vinci ha detto che la ditta riceve l’acqua depurata da ben 12 anni e quindi non si tratta di una vera e propria novità. Sulla questione delle acque reflue depurate, il sindaco ha sottolineato che la documentazione per l’ottenimento all’utilizzo era ferma alla Regione dal 2008 senza che nessuno desse i necessari chiarimenti e integrasse la pratica. Solo grazie all’impegno della attuale Amministrazione, il 21 settembre scorso si è potuto ottenere il decreto dell’Assessorato regionale all’Energia per l’utilizzo dell’acqua reflua depurata a fini civili, industriali e agricoli. Sulla percentuale degli avvisi di pagamento Ici (2011) e Imu (2012) il vice sindaco Agostino Licari ha comunicato che attualmente la percentuale degli avvisi annullati è di circa il 10% e che gli avvisi fino ad adesso hanno consentito di introitare nelle casse del Comune 567 mila euro.

Su questo tema il capogruppo Antonio Vinci ha ribadito di essere a conoscenza che lo sbaglio sugli avvisi è ben più consistente del 10%. Altro argomento di stretta attualità, sollevato dal consigliere Mario Rodriquez, è stato quello relativo alla chiusura al traffico veicolare della via Roma, ed ha portato a conoscenza dell’aula le lamentele dei commercianti della zona. Nella replica, Alberto Di Girolamo, ha detto di avere incontrato preliminarmente i commercianti della via Roma e che il posizionamento delle casette presuppone di fatto la chiusura della strada. Tra le altre interrogazioni il consigliere

Aldo Rodriquez ha chiesto all’amministrazione se è a conoscenza della situazione relativa alla parte retrostante la scuola Pestalozzi di piazza Caprera. Secondo l’esponente pentastellato la zona presenta alcune criticità tali da compromettere la staticità dell’edificio. L’Assessore all’edilizia scolastica Anna Maria Angileri ha preannunciato un immediato sopralluogo alla “Pestalozzi” per vedere cosa fare. Tra semafori spenti e scarsa illuminazione la seduta si è stancamente avviata verso la conclusione.

Tra i più critici con l’operato dell’amministrazione, il consigliere Michele Gandolfo che ha parlato di impegni non mantenuti su villa Genna che non è stata ancora aperta. “Da 30 mesi si attende il nuovo contratto per la gestione del servizio differenziato dei rifiuti – ha detto ancora il consigliere socialista”, lamentando anche la cattiva gestione dell’isola ecologica del Salato.“Villa Genna – ha replicato Alberto di Girolamo – sta per essere affidata e che c’è già la società che gestirà il servizio di raccolta differenziata per i prossimi 7 anni.

Tra gli altri è intervenuta anche la consigliera Linda Licari che ha chiesto l’assegnazione dei beni comunali alle associazioni che ne hanno fatto richiesta. L’assessore al patrimonio Salvatore Accardi ha precisato che presto saranno assegnati i beni comunali disponibili. Dopo altre interrogazioni e relative risposte il presidente Enzo Sturiano ha comunicato che il Consiglio tornerà a riunirsi il giorno 12 alle ore 16,30.

You may also read!

presepe -più-bello-città-di-marsala-enrico-piccione (1)

Al via a Marsala il concorso “Il Presepe più bello”

Il concorso “Il Presepe più Bello” (dedicato ad Enrico Piccione), organizzato negli anni da Calogero Ferreri, è giunto alla

Read More...
porto consegna lavori

Porto di Marsala, consegnata la prima area per l’inizio dei lavori

Questa mattina nella sede della Guardia Costiera di Marsala, presenti il comandante Gianluigi Bove, il sindaco di Marsala Alberto

Read More...

Appello della Uil ai commissari di Castelvetrano: “Necessario scongiurare il rischio di dissesto finanziario”

Il segretario generale della Uil Fpl Trapani Giorgio Macaddino scrive alla commissione straordinaria del comune di Castelvetrano per fare

Read More...

Mobile Sliding Menu