Mancati pagamenti ai lavoratori EnergetikAmbiente, la Fit Cisl: “Pronti ad assemblee e scioperi”

In Apertura, Provincia, Sindacati
Energetikambiente

Partiranno presto le assemblee dei lavoratori della Energetikambiente. Ad annunciarlo è il sindacato della Fit Cisl. “Ancora una volta l’incontro con la ditta Energetikambiente che si occupa del servizio di igiene ambientale in 7 comuni del trapanese si è concluso con un nulla di fatto. L’impressione è che l’azienda, nata dopo le vicissitudini dell’Aimeri Ambiente, stia ripercorrendo la strada delle stesse difficoltà economiche della società madre” , spiega Rosanna Grimaudo segretario Fit Cisl Trapani insieme alle Rsu Fit Cisl dell’azienda che poi continua: “Assistiamo infatti ancora una volta, al mancato pagamento da mesi, di finanziarie e cessioni del quinto dello stipendio, a una mediocre qualità del lavoro che mette a rischio la salute dei lavoratori, esempio per tutti la sgangherata riorganizzazione del servizio nel comune di Alcamo”.

Poi è il segretario generale aggiunto della Fit Cisl Sicilia, Dionisio Giordano che interviene sulla delicata vicenda: “L’ennesimo incontro privo di contenuti, di soluzioni e di risposte ci ha indotto a proclamare una serie di assemblee dei lavoratori che partiranno sabato proprio da Alcamo e proseguiranno martedì a Trapani e Marsala. Se i rappresentanti locali della società non vengono messi nelle condizioni di assumere impegni concreti per la soluzione dei tanti problemi, sia presente la proprietà e ci convinca con i fatti che è tutto risolto, altrimenti alle assemblee seguirà lo sciopero generale di tutti i 450 lavoratori”. Secondo il sindacalista, i sindaci dei comuni investiti dalla problematica dei lavoratori di EnergetikAmbiente, non devono essere spettatori passivi, quando pagano il servizio lo fanno con soldi dei cittadini e le giuste rivendicazioni dei lavoratori potrebbero causare disagi nei loro territori. “L’auspicio è che Energetikambiente dimostri una reale solidità aziendale, anche il servizio della città di Trapani, oggi effettuato dalla partecipata del Comune, la Trapani Servizi, a fine anno sarà gestito dall’azienda di Rozzano a seguito dell’aggiudicazione della gara – conclude Giordano -. Scelta incomprensibile quella della precedente Amministrazione comunale e forse, secondo alcune indiscrezioni sul territorio, anche viziata dalla mancanza dei relativi e propedeutici atti autorizzativi da parte del consiglio comunale di Trapani, vigileremo sul passaggio dei lavoratori dalla partecipata alla SRR Trapani Nord”.

You may also read!

mareggiate Marsala

Allerta gialla in tutta la Sicilia: domenica previste piogge e mareggiate

Si chiude con un fine settimana nel segno della pioggia questo mese di maggio anomalo, che ha regalato, soprattutto

Read More...
alcamo carabinieri

Ruba un’auto e si dirige verso la processione: panico ad Alcamo, indagano i Carabinieri

Momenti di panico ieri sera ad Alcamo durante una processione. Durante il rito religioso, poco prima della mezzanotte, un

Read More...
don Alessandro Palermo

Scrive don Alessandro Palermo sul decreto Minniti e gli eventi pubblici

In seguito alla “non accoglienza” – comunicatami solo alla vigilia dell’evento – della mia richiesta di realizzare un semplice

Read More...