Mancati pagamenti ai lavoratori EnergetikAmbiente, la Fit Cisl: “Pronti ad assemblee e scioperi”

In Apertura, Provincia, Sindacati
Energetikambiente

Partiranno presto le assemblee dei lavoratori della Energetikambiente. Ad annunciarlo è il sindacato della Fit Cisl. “Ancora una volta l’incontro con la ditta Energetikambiente che si occupa del servizio di igiene ambientale in 7 comuni del trapanese si è concluso con un nulla di fatto. L’impressione è che l’azienda, nata dopo le vicissitudini dell’Aimeri Ambiente, stia ripercorrendo la strada delle stesse difficoltà economiche della società madre” , spiega Rosanna Grimaudo segretario Fit Cisl Trapani insieme alle Rsu Fit Cisl dell’azienda che poi continua: “Assistiamo infatti ancora una volta, al mancato pagamento da mesi, di finanziarie e cessioni del quinto dello stipendio, a una mediocre qualità del lavoro che mette a rischio la salute dei lavoratori, esempio per tutti la sgangherata riorganizzazione del servizio nel comune di Alcamo”.

Poi è il segretario generale aggiunto della Fit Cisl Sicilia, Dionisio Giordano che interviene sulla delicata vicenda: “L’ennesimo incontro privo di contenuti, di soluzioni e di risposte ci ha indotto a proclamare una serie di assemblee dei lavoratori che partiranno sabato proprio da Alcamo e proseguiranno martedì a Trapani e Marsala. Se i rappresentanti locali della società non vengono messi nelle condizioni di assumere impegni concreti per la soluzione dei tanti problemi, sia presente la proprietà e ci convinca con i fatti che è tutto risolto, altrimenti alle assemblee seguirà lo sciopero generale di tutti i 450 lavoratori”. Secondo il sindacalista, i sindaci dei comuni investiti dalla problematica dei lavoratori di EnergetikAmbiente, non devono essere spettatori passivi, quando pagano il servizio lo fanno con soldi dei cittadini e le giuste rivendicazioni dei lavoratori potrebbero causare disagi nei loro territori. “L’auspicio è che Energetikambiente dimostri una reale solidità aziendale, anche il servizio della città di Trapani, oggi effettuato dalla partecipata del Comune, la Trapani Servizi, a fine anno sarà gestito dall’azienda di Rozzano a seguito dell’aggiudicazione della gara – conclude Giordano -. Scelta incomprensibile quella della precedente Amministrazione comunale e forse, secondo alcune indiscrezioni sul territorio, anche viziata dalla mancanza dei relativi e propedeutici atti autorizzativi da parte del consiglio comunale di Trapani, vigileremo sul passaggio dei lavoratori dalla partecipata alla SRR Trapani Nord”.

You may also read!

Alcamo: maxi controllo per Ferragosto. Denunce e sequestri di stupefacenti

In occasione della decorsa festività di Ferragosto i Carabinieri della Compagnia di Alcamo, supportati da quelli del 9° Nucleo

Read More...
foto operazione Ulisse - gasolio

False attestazioni alla Regione: la Guardia di Finanza scopre in Provincia di Trapani 48 “furbetti” del gasolio

Tonnellate di carburanti consumati in frode, oltre 50 le imprese coinvolte. I denunciati rischiano fino a 5 anni di

Read More...

Lieve scossa di terremoto al largo di Calatafimi-Segesta

Un terremoto di magnitudo ML 2.0 è avvenuto nella zona di Calatafimi-Segesta. Nelle prime ore di questa mattina, alle

Read More...

Mobile Sliding Menu