Evade dai domiciliari e tenta la fuga a nuoto: arrestato dai carabinieri di Mazara

Evade dai domiciliari e tenta la fuga a nuoto: arrestato dai carabinieri di Mazara

Dopo due giorni di intense ricerche, i militari del Norm della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo hanno rintracciato Alì Bouaziz, evaso dagli arresti domiciliari cui era stato sottoposto in attesa di giudizio. Il 51enne di origini tunisine alla vista dei Carabinieri, l’uomo ha tentato la fuga, coinvolgendo i militari in un rocambolesco inseguimento. Vistosi circondato, l’uomo si è gettato dalla banchina del lungomazaro Ducezio, dove in quel momento si trovava, tentando di raggiungere a nuoto la riva opposta. Solo l’accorta manovra del personale operante, che nel frattempo si era recato sulla banchina del lungomazaro Pammilo, ha impedito al fuggitivo di sottrarsi alla cattura.

Alì Bouaziz

Alì Bouaziz

Nel frattempo sono state attivate le procedure di emergenza nel caso si rendesse necessario un recupero da parte di personale specializzato, ma Bouaziz, raggiunta una barca in disuso, è riuscito a quel punto ad entrare in un rimessaggio di barche. Dopo alcuni minuti i militari operanti sono riusciti ad accedere all’interno dell’area in cui si era rifugiato Bouaziz, dando inizio alle ricerche che sono terminate poco dopo, presso un canile in legno nel quale si era nascosto l’evaso. Bouaziz, dopo la convalida dell’arresto da parte del Tribunale di Marsala, è stato associato alla Casa Circondariale di Trapani a disposizione della competente autorità giudiziaria.