L’attivista Vito Arcangelo Reina lascia i meetup del Movimento 5 Stelle di Marsala

In Lettere
Vito Arcangelo Reina

Un giorno un ragazzo, mi chiedeva: “Vito, ma secondo te cosa è e cosa fa un attivista?”.
Gli ho inizialmente sorriso e poi gli ho dato la mia personalissima risposta.
Da premettere che la mia esperienza è quella di un cittadino attivo nella propria citta’ dal 2011. Io assieme ad un gruppo ristretto di amici, mi occupavo di tematiche per lo più legate all’ambiente ma anche legate alla trasparenza, alle difficoltà degli ultimi ed all’onestà in politica.
Logicamente queste tematiche venivano affrontate in un certo modo ed è questo modo che determina il mio personale concetto di attivista.
Un attivista conosce la propria città e le sue problematiche.
Un attivista vive da protagonista la propria città ed è conosciuto dai propri Cittadini.
Un attivista è conosciuto dalla classe politica cittadina, ritenuto credibile e temuto.
Un attivista presenta nella propria città iniziative ed atti credibili, concreti, precisi e non marchette tipiche degli altri partiti.
Un attivista realizza un lavoro certosino di preparazione di ogni tematica prima di uscire all’esterno.
Un attivista guarda i cittadini ed il loro interesse assoluto anche a discapito di quelli che possono essere gli interessi di bandiera.
Un attivista non si trasforma in un tifoso acritico del M5S e di ogni cosa che venga realizzata o proposta.
Un attivista non si limita a selfie ed eventi ma realizza anche contenuti, locali e non, da manifestare in occasione degli eventi politici. I Meetup devono essere sempre essere presenti nel territorio per perseguire i buoni concetti della politica e contrastare il malaffare ,perché i delinquenti non mancano e non mancheranno mai. Questo è il mio concetto di attivista del Movimento 5 Stelle e non altro. Premesso quanto sopra mi sono visto costretto a fare un passo indietro con entrambi i Meetup di Marsala perché non sussiste più alcuna condivisione né di ideali né di azioni concrete sul territorio. Le attività dei Meetup, dal giorno in cui è fuoriuscito Vincenzo Forti, si sono limitate a campagne elettorali, Pugnalate reciproche e, adesso, querele a mai finire. Non dubito della fondatezza delle querele né della bontà delle motivazioni che ne stanno alla base ma tutto quanto sopra é per me incompatibile con la figura di vero attivista del movimento cinque stelle. Anch’io, pur rimanendo iscritto nel Blog Nazionale del Movimento 5 Stelle nella qualità di attivista certificato, me ne vado con l’amaro in bocca, con la delusione di aver creduto in un movimento del quale condivido ancora gli ideali e i principi.

Vito Arcangelo Reina

You may also read!

Casa Circondariale Trapani Carcere

Scrive la compagna di un detenuto: “Più tutela per i bambini nei colloqui in carcere”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata al direttore della Casa circondariale di Trapani dalla compagna di un detenuto. La

Read More...

L’universo è un computer Quantistico. Ignazio Licata, Fabrizio Tamburini e la sfida dei fisici al codice cosmico

Il fisico siciliano Ignazio Licata, da anni residente a Marsala, ed il collega veneziano Fabrizio Tamburini, già noti per

Read More...
Consiglio comunale Alcamo 19 novembre 2018

Il Consiglio comunale di Alcamo ha iniziato la discussione sul DUP 2019-2021

Questa sera sarà messo in votazione, all’interno dell’Aula Falcone-Borsellino, l’atto di programmazione triennale. Nel corso della seduta consiliare, tenutasi

Read More...

Mobile Sliding Menu