Laura Montanti ufficializza la candidatura alle primarie Pd per Erice: “autonomia e impegno civico”

Laura Montanti ufficializza la candidatura alle primarie Pd per Erice: “autonomia e impegno civico”

“Mettere al centro di tutto la persona promuovendo lo sviluppo del territorio e il lavoro”. Queste le linee guida del programma di Laura Montanti, assessore dell’attuale giunta Tranchida di Erice, che ha deciso di candidarsi a Sindaco affrontando le primarie nelle file del Partito Democratico. Una candidatura non scontata, che anzi ha destato stupore soprattutto all’interno dello stesso Pd, dove si erano già proposti Daniela Toscano, vice sindaco che aveva già ottenuto l’endorsement di Tranchida e Giuseppe Todaro, uomo di Ruggirello.  “Sono considerata e sono una persona mite, umile e disponibile all’ascolto – ha detto stamani durante un incontro con la stampa – ma ho l’ambizione di mettere a disposizione della città la mia esperienza, la conoscenza di tutti i settori del comune, la caparbietà ma anche la capacità di ascolto e di mediazione e la mia affidabilità. E soprattutto – ha continuato – la mia passione per un impegno civico che sappia prevalere,  quando occorra,  sugli interessi di partiti e di correnti o su quelli personali”. 

Semplicità, schiettezza e indipendenza sembrano essere le basi della candidatura di Laura Montanti, avvocato cassazionista che ha avviato l’attività politica fra le file dei giovani repubblicani e dei movimenti femminili. Figlia del deputato Antonio Montanti, è stata più volte consigliera comunale ed assessore a Erice.  Non sarà facile ma i giochi sono del tutto aperti, dunque per le primarie, che si terranno il prossimo 22 gennaio che serviranno a stabilire il candidato Pd a sindaco di Erice. Tranchida ha già augurato le migliori fortune alla Montanti, anche se ha ribadito il sostegno alla Toscano. “Prendo atto della sua posizione e ho rispetto degli altri candidati – ha replicato la Montanti –  la stessa positiva valutazione avrebbe potuto farla anche nei miei confronti. Detto questo non temo nulla, propongo le mie buone ragioni che sono sul piano della coerenza, della credibilità ma anche sulla maggiore esperienza e capacità di autonomia rispetto agli altri concorrenti”. 

“A Baldo ho chiesto nulla e non  mi è stato chiesto nulla da lui” ha precisato la Montanti sulle voci del progetto della sua candidatura da parte dell’attuale assessore regionale Baldo Gucciardi. Con Gucciardi c’è una stima reciproca e un lungo impegno politico e non nascondo che sarò felice se vorrà sostenermi, ma sono fuori da ogni tattica politica e mantengo la mia storia e la mia autonomia.