Marsala Futsal alla ricerca della “remuntada” contro il Palermo calcio a 5

Marsala Futsal alla ricerca della “remuntada” contro il Palermo calcio a 5

Domani pomeriggio, presso la palestra di contrada Terrenove a Capo Boeo, il Marsala Futsal cercherà di compiere la difficile “remuntada” in occasione del return match contro il Palermo calcio a 5.

La squadra azzurra, infatti, sabato scorso è crollato perdendo per 10-2 in occasione della prima gara di coppa Italia. La compagine cara al presidente Tumbarello, forse appagata per la matematica promozione in serie “C1” conquistata con alcune giornate di anticipo, ha sottovalutato l’impegno esterno contro la squadra di calcio a 5 del capoluogo ed ha incassato una inopinata sconfitta.

I rosanero, al cospetto di un numeroso e caloroso pubblico accorso alla “Grippi” arena, hanno giocato con maggior cattiveria agonistica e, meritatamene, hanno ottenuto una preziosa vittoria; questa competizione diventa fondamentale per la squadra del capoluogo che, per centrare il salto di categoria, dovrà necessariamente investire sulla coppa.

Per il Marsala Futsal, invece, si è trattato di una battuta d´arresto che, comunque, considerando le diverse motivazioni di approccio al match è parzialmente giustificata. Il punteggio eclatante forse un po’ meno. Gli azzurri, come nelle ultime uscite di campionato, sono sembrati solo la brutta copia di quelli apprezzati nel corso della stagione. Come detto, la promozione già acquisita ha fatto scemare l´attenzione sulla gara.

Ad onor di cronaca, è doveroso ricordare che il Marsala non è rimasto del tutto passivo, anzi, ad avere creato di più per ampi tratti del match è stata proprio la formazione azzurra.

Come riportato nel comunicato stampa a firma di Giovanni Ingoglia: “… nel primo tempo, infatti, l´estremo difensore di casa, Salvatore Martino, è stato provvidenziale sulle conclusioni dei marsalesi. Non è stata impeccabile la fase difensiva lilybetana nel contenere le poche occasioni dei rosanero che, cinicamente, sono andati al riposo sul quattro a zero. Nella ripresa, il Marsala si è subito schierato con Anteri nel ruolo di portiere di movimento, ma l´espediente che si è rivelato vincente nel corso di alcune gare di campionato, stavolta è stato fatale. Il Palermo non si è mai intimorito e con ordine è riuscito a contenere le sfuriate azzurre. Ha continuato a colpire in ripartenza e con precisi tiri da lontano a porta sguarnita. Ad andare a segno per il Marsala sono stati Anteri e Pizzo sul finale…”.