Mercato immobiliare siciliano in crescita: +4,5% rispetto al 2017

In Apertura, Economia, Regione
compravendita

Il calo dei prezzi degli immobili negli ultimi anni, legato al ribasso delle quotazioni per metro quadro, ha incoraggiato la risalita di questo settore in Sicilia. La regione è infatti ancora una volta una delle prime del Sud, superando anche la Campania e la Puglia.

Vediamo quindi qual è la situazione della Sicilia più nello specifico e cosa è necessario controllare prima di acquistare una casa.

Palermo regina di compravendite, Enna fanalino di coda

Secondo le statistiche regionali dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare pubblicate a giugno, il 2017 ha fatto registrare un netto incremento delle compravendite pari al +4,5%. Nello specifico, si parla di ben 34.234 transazioni, e la situazione appare addirittura migliore se si considera il 2018 appena terminato: nel corso di quest’ultimo anno sono state infatti registrate oltre 35mila compravendite, con un aumento del +6,1% rispetto all’anno precedente.

Andando ad approfondire la situazione relativa alle diverse province siciliane, si può notare una variabilità molto marcata. La provincia più florida è quella di Palermo, al primo posto con oltre 8mila transazioni, seguita da Catania, con 7.678 compravendite. Messina non brilla in questo senso, ma si difende bene con 4.358 transazioni, seguita da Siracusa (2.995), Trapani (2.845), Agrigento (2.722) e Ragusa (2.236).

Le province meno attive in termini di compravendita risultano essere invece Caltanissetta ed Enna, sebbene quest’ultima abbia fatto registrare un soddisfacente incremento del +9,8%, il più alto della regione insieme a quello di Trapani (+11,5%).

Cosa sapere prima di acquistare casa?

Quella attuale è dunque una situazione piuttosto favorevole per chi è intenzionato a comprare casa; bisogna però fare sempre molta attenzione prima di procedere con l’acquisto, verificando tutto con estrema cura.

Il primo consiglio consiste nell’avviare una visura catastale sull’immobile, insieme a un controllo ipotecario, per evitare brutte sorprese in futuro. Poi si suggerisce di studiare attentamente la struttura dell’abitazione, al fine di valutare la necessità di un eventuale intervento di ristrutturazione.

Per quanto riguarda la proposta d’acquisto, invece, è bene cercare di attenersi al prezzo stabilito dal venditore ed evitare di abbassarlo troppo, in modo da aumentare le probabilità che questa venga accolta. In questa fase appare doveroso rivolgersi a un notaio per il calcolo preciso dei costi, al netto di onorario e imposte, dato che anche questi elementi gravano sul budget finale; possono essere utili anche dei siti come Facile.it, per capire meglio quali sono le spese notarili per l’acquisto della prima casa e avere quindi un’idea più chiara in questo senso.

Il futuro del mercato immobiliare siciliano

Secondo gli esperti del settore, la ripresa del mercato immobiliare in Sicilia proseguirà senza ostacoli fino al 2021. Si stima infatti un ulteriore incremento di compravendite, il cui totale toccherà quota 36.500 entro il 2020, con un aumento del +4,3% rispetto al 2019. Si prevede anche un aumento dei prezzi, seppur molto lieve: i prezzi degli immobili registreranno infatti un rincaro pari allo 0,3%, che però non influirà negativamente sull’andamento del settore.

You may also read!

Rifiuti abbandonati a Erice: sequestrata una discarica

Una operazione di Polizia Giudiziaria, condotta dalla squadra ambientale della Polizia Municipale di Erice guidata dal Comandante Armando Bellofiore,

Read More...
Roberto Lagalla

Operazione Artemisia, parla l’assessore Lagalla: “Sono sereno”

L’operazione Artemisia, che ha portato all’arresto di 27 soggetti – tra cui l’ex deputato regionale Giovanni Lo Sciuto –

Read More...
Aula "Paolo Borsellino" Tribunale Marsala

Marsala supplemento d’indagini nel processo a padre Genna

E’ stato rinviato al prossimo 4 Aprile dal giudice Marcello Saladino, presidente del collegio giudicante, il processo che vede

Read More...

Mobile Sliding Menu