I più ricercati

In Apertura, Io la penso così
numeri

Non solo per scelta culturale, ma noi fin da ragazzini quando si giocava (quelli che hanno qualche anno, ricorderanno…) a guardie e ladri, noi volevamo sempre fare la parte dei primi. Poi crescendo tra chi rubava e chi arrestava i malviventi… naturalmente ci sono ladri e ladri, reati e reati. Abbiamo scelto di fare altro nella vita, ma alcuni reati e i loro autori se ci fossero capitati tra le mani. Appunto abbiamo scelto di fare altro. La legge tutela anche chi i reati li commette. Ed è giusto. Ma voi volete che un poliziotto o un carabiniere, magari giovane padre di famiglia, quando arresta un presunto pedofilo…Stiamo cadendo in ragionamenti tortuosi e reazionari, riprendiamo la ragione. Leggevamo che il mazarese Vito Bigione, il ragioniere dei rapporti tra mafia e ‘ndrangheta, specializzato in traffico di stupefacenti tramite i suoi pescherecci, è finito nel listone dei 30 ricercati più pericolosi d’Italia. Arrestato più volte, condannato e rilasciato, adesso deve scontare 15 anni per mafia e traffico di droga. Si è reso irreperibile e le forze dell’ordine lo cercano per arrestarlo. Giustamente. Ora noi abbiamo sempre avuto una curiosità. Chi compila le liste dei ricercati più pericolosi? Come si entra a farne parte? Dato che c’è anche una lista mondiale, un boss americano (o cinese o russo, fa lo stesso) che non si trova nei primi posti che fa? Si sente un pezzente? Invidia gli altri che lo precedono? Si attrezza per competere con maggiore successo e tentare di scavalcarli? In Italia poi la polizia come si organizza? Ha un elenco sempre dietro? “Ecco il numero 24 della lista”. Manette. E il numero 31 lo lasciamo un altro po’ fuori aspettando che cresca d’importanza? Scherziamo naturalmente. La forze dell’ordine fanno il loro dovere e non si pongono certo questi nostri stupidi interrogativi. Ma noi sì. Arrestateli tutti: 1, 2, 3 non ha importanza. Arrestate chi ruba denaro pubblico, chi violenta le donne, chi si macchia di reati odiosi contro i migranti, chi e poi chi… e se potete fateci sapere come fate quella famosa lista.

You may also read!

cattivo umore

Il malumore

“Ordinariamente la gioia è accompagnata dal senso dell’umorismo, così evidente, ad esempio, in san Tommaso Moro, in san Vincenzo

Read More...

Assistenza alla comunicazione, associazione denuncia ritardi a Marsala. L’assessore: “Il servizio partirà la prossima settimana”

E’ passato un mese dall’inizio delle attività scolastiche presso le scuole marsalesi, ma il servizio di assistenza alla comunicazione

Read More...

Scacchi: cambi al vertice dell’A.D. Lilybetana

Si è riunito per la prima volta lunedi 15 ottobre il nuovo Consiglio Direttivo dell’A.D. Scacchi Lilybetana. Lo stesso

Read More...

Mobile Sliding Menu