Regionali 2017: affluenza sotto al 50% e in calo rispetto al 2012. Nel trapanese ha votato il 45,43%

In Apertura, Elezioni Regionali 2017, Regione
seggio elettorale

0.00: Urne chiuse ed exit poll ormai noti e dibattuti in tv e sui social in attesa dello spoglio di domani. L’unico dato certo riguarda l’affluenza, che si conferma inferiore al 50%: di fatto, più di un siciliano su due ha preferito non andare a votare. In provincia di Trapani l’affluenza è stata pari al 45,43%, con 174.963 votanti sui 385.130 aventi diritto. Nel 2012 si recarono alle urne in 183.040 (47,53%).

Santa Ninfa, Alcamo, Petrosino e Valderice i Comuni in cui si è votato di più, con percentuali superiori al 50%. San Vito Lo Capo, Favignana e Calatafimi-Segesta sono invece i Comuni in cui si è votato meno, con percentuali inferiori al 36%. Si stabilizza fino a uniformarsi con il risultato definitivo di 5 anni fa il dato a Marsala e Trapani, mentre Castelvetrano fa registrare un’affuenza di oltre 4 punti in meno in confronto al 2012.

20.00: Si conferma il trend caratterizzato da una bassa affluenza in Sicilia per queste elezioni regionali. Il dato sull’isola è inferiore al 40% alla seconda rilevazione delle ore 19 (36,39%, -1,27% rispetto al 2012). In provincia di Trapani si sono recati alle urne 138.130 elettori (35,87%), circa 10 mila in meno rispetto alla seconda rilevazione di 5 anni fa, quando andarono alla stessa ora era andato ai seggi il 38,6% degli aventi diritto. Allo stato attuale, la soglia del 40% è stata superata solo a Santa Ninfa (44,53%), Mazara (41,95%), Petrosino (40,32%) e Valderice (40,3%). Poco più giù Alcamo (39,41%), mentre è sensibilmente inferiore il dato di Marsala (35,33% pari a 24732 votanti), Trapani (33,56% pari a 20094 votanti) e Castelvetrano (33,98%, pari a 9754 votanti).

12.55: E’ di circa due punti percentuali il calo dell’affluenza alle urne, registrato alla prima rilevazione delle ore 12. In tutta la Sicilia sono andati finora al seggio 424.913 elettori (9,12%) contro il 525.854 (11,23%) di cinque anni fa. Siracusa, Ragusa e Palermo le province in cui si è votato di più, con un dato superiore all’11%. Sotto la media Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna e Messina. In provincia di Trapani gli elettori che si sono recati alle urne sono 36981, pari al 9,6%. Nel 2012, alla stessa ora, la percentuale arrivò al 9,88%.

Tra i 24 Comuni della provincia di Trapani spicca il dato di Mazara (13,26%) che si piazza davanti a Erice (12,52%) e Favignana (12%). Affluenza bassa a Vita (4,61%), Buseto Palizzolo (5,61%) e Calatafimi Segesta (5,65%). Tra i centri più popolosi Alcamo al 10,79%, Castelvetrano all’8,99%, Marsala al 7,76% e Trapani al 10,25%.

 

 

 


12.45: Arrivano i primi dati riguardanti la rilevazione delle ore 12. Il quadro completo non c’è ancora, ma si profila – come preannunciato – un generale calo della partecipazione elettorale. A Marsala la percentuale alle ore 12 è stata del  7,76%   rispetto al 9,9% del 2012 (si votò il 28 ottobre). Hanno votato cioè  5435  su 70.000 aventi diritto. A Buseto Palizzolo si è recato alle urne il 5,61%, a Pantelleria il 7,93%, a Vita il 4,61%.

Sono 4.661.123 gli elettori siciliani che oggi sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo Presidente della Regione e i 70 componenti dell’Ars. Le previsioni e i sondaggi di queste settimane lasciano pensare a una bassa percentuale di votanti con un astensionismo che potrebbe anche superare il 50%. In realtà era già successo cinque anni fa, quando a recarsi alle urne furono 2.203.165 siciliani, pari al 47,41% degli aventi diritto con un calo di quasi 20 punti percentuali rispetto al 2008 (3.049.266 siciliani alle urne pari al 66,68% degli aventi diritto. La competizione elettorale del 2012 si concluse con la vittoria di Rosario Crocetta e vedeva ai nastri di partenza ben dieci candidati alla presidenza. L’ex sindaco di Gela si piazzò con il 30,48% dei consensi davanti a Nello Musumeci, Giancarlo Cancelleri, Gianfranco Miccichè, Giovanna Marano, Mariano Ferro, Cateno De Luca, Gaspare Sturzo, Giacomo Di Leo e Lucia Pinsone.

Questa volta, com’è noto, i candidati alla presidenza sono cinque: Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Roberto La Rosa, Fabrizio Micari e Nello Musumeci.

In provincia di Trapani gli elettori chiamati ai seggi sono 385.129. Nel 2012 l’affluenza si assestò a un dato pari al 47,15% (si recarono alle urne 183.040 trapanesi), in linea con il dato regionale complessivo. Il Comune in cui si registrò il livello più elevato di partecipazione elettorale fu Alcamo, con il 58,09%, davanti a Santa Ninfa (57,62%) e Gibellina (55,71%). Il dato più basso si registrò invece a Pantelleria (30,42%), San Vito Lo Capo (31,47%) e Favignana (38,37%). Poco sotto la media provinciale e regionale gli altri centri più grandi (Trapani al 43,37%, Marsala al 45,65%, Castelvetrano al 45,72%), con l’eccezione di Mazara del Vallo, in cui si arrivò al 49,18%.

Sono previste tre rilevazioni dell’affluenza nelle prossime ore: alle 12, alle 19, alle 22. Dopo le 22 saranno divulgati gli exit poll, ma lo spoglio non avverrà in serata. Per conoscere i dati reali bisognerà attendere la giornata di domani, con le operazioni di scrutinio che avranno inizio in mattinata.

You may also read!

Imposta di soggiorno, software gratuito a strutture ricettive

Le strutture alberghiere ed extralberghiere di Marsala hanno l’opportunità di utilizzare, gratuitamente, un nuovo software per la contabilizzazione dell’imposta

Read More...
E-Twinning spagnoli

E-Twinning, studenti spagnoli gemellati col “Pascasino” in visita al Comune

Nell’ambito di un progetto E-Twinning denominato “Acercando culturas: Marsala – Villa-Seca sono attualmente a Marsala sedici studenti dell’Istituto superiore

Read More...
Laura Giambanco

Menopausa: nasce all’Asp di Trapani un percorso diagnostico e terapeutico

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani intende assicurare ad ogni donna in perimenopausa e postmenopausa un idoneo percorso diagnostico e

Read More...

Mobile Sliding Menu