Regionali 2017: affluenza sotto al 50% e in calo rispetto al 2012. Nel trapanese ha votato il 45,43%

In Apertura, ELEZIONI REGIONALI, REGIONE
seggio elettorale

0.00: Urne chiuse ed exit poll ormai noti e dibattuti in tv e sui social in attesa dello spoglio di domani. L’unico dato certo riguarda l’affluenza, che si conferma inferiore al 50%: di fatto, più di un siciliano su due ha preferito non andare a votare. In provincia di Trapani l’affluenza è stata pari al 45,43%, con 174.963 votanti sui 385.130 aventi diritto. Nel 2012 si recarono alle urne in 183.040 (47,53%).

Santa Ninfa, Alcamo, Petrosino e Valderice i Comuni in cui si è votato di più, con percentuali superiori al 50%. San Vito Lo Capo, Favignana e Calatafimi-Segesta sono invece i Comuni in cui si è votato meno, con percentuali inferiori al 36%. Si stabilizza fino a uniformarsi con il risultato definitivo di 5 anni fa il dato a Marsala e Trapani, mentre Castelvetrano fa registrare un’affuenza di oltre 4 punti in meno in confronto al 2012.

20.00: Si conferma il trend caratterizzato da una bassa affluenza in Sicilia per queste elezioni regionali. Il dato sull’isola è inferiore al 40% alla seconda rilevazione delle ore 19 (36,39%, -1,27% rispetto al 2012). In provincia di Trapani si sono recati alle urne 138.130 elettori (35,87%), circa 10 mila in meno rispetto alla seconda rilevazione di 5 anni fa, quando andarono alla stessa ora era andato ai seggi il 38,6% degli aventi diritto. Allo stato attuale, la soglia del 40% è stata superata solo a Santa Ninfa (44,53%), Mazara (41,95%), Petrosino (40,32%) e Valderice (40,3%). Poco più giù Alcamo (39,41%), mentre è sensibilmente inferiore il dato di Marsala (35,33% pari a 24732 votanti), Trapani (33,56% pari a 20094 votanti) e Castelvetrano (33,98%, pari a 9754 votanti).

12.55: E’ di circa due punti percentuali il calo dell’affluenza alle urne, registrato alla prima rilevazione delle ore 12. In tutta la Sicilia sono andati finora al seggio 424.913 elettori (9,12%) contro il 525.854 (11,23%) di cinque anni fa. Siracusa, Ragusa e Palermo le province in cui si è votato di più, con un dato superiore all’11%. Sotto la media Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna e Messina. In provincia di Trapani gli elettori che si sono recati alle urne sono 36981, pari al 9,6%. Nel 2012, alla stessa ora, la percentuale arrivò al 9,88%.

Tra i 24 Comuni della provincia di Trapani spicca il dato di Mazara (13,26%) che si piazza davanti a Erice (12,52%) e Favignana (12%). Affluenza bassa a Vita (4,61%), Buseto Palizzolo (5,61%) e Calatafimi Segesta (5,65%). Tra i centri più popolosi Alcamo al 10,79%, Castelvetrano all’8,99%, Marsala al 7,76% e Trapani al 10,25%.

 

 

 


12.45: Arrivano i primi dati riguardanti la rilevazione delle ore 12. Il quadro completo non c’è ancora, ma si profila – come preannunciato – un generale calo della partecipazione elettorale. A Marsala la percentuale alle ore 12 è stata del  7,76%   rispetto al 9,9% del 2012 (si votò il 28 ottobre). Hanno votato cioè  5435  su 70.000 aventi diritto. A Buseto Palizzolo si è recato alle urne il 5,61%, a Pantelleria il 7,93%, a Vita il 4,61%.

Sono 4.661.123 gli elettori siciliani che oggi sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo Presidente della Regione e i 70 componenti dell’Ars. Le previsioni e i sondaggi di queste settimane lasciano pensare a una bassa percentuale di votanti con un astensionismo che potrebbe anche superare il 50%. In realtà era già successo cinque anni fa, quando a recarsi alle urne furono 2.203.165 siciliani, pari al 47,41% degli aventi diritto con un calo di quasi 20 punti percentuali rispetto al 2008 (3.049.266 siciliani alle urne pari al 66,68% degli aventi diritto. La competizione elettorale del 2012 si concluse con la vittoria di Rosario Crocetta e vedeva ai nastri di partenza ben dieci candidati alla presidenza. L’ex sindaco di Gela si piazzò con il 30,48% dei consensi davanti a Nello Musumeci, Giancarlo Cancelleri, Gianfranco Miccichè, Giovanna Marano, Mariano Ferro, Cateno De Luca, Gaspare Sturzo, Giacomo Di Leo e Lucia Pinsone.

Questa volta, com’è noto, i candidati alla presidenza sono cinque: Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Roberto La Rosa, Fabrizio Micari e Nello Musumeci.

In provincia di Trapani gli elettori chiamati ai seggi sono 385.129. Nel 2012 l’affluenza si assestò a un dato pari al 47,15% (si recarono alle urne 183.040 trapanesi), in linea con il dato regionale complessivo. Il Comune in cui si registrò il livello più elevato di partecipazione elettorale fu Alcamo, con il 58,09%, davanti a Santa Ninfa (57,62%) e Gibellina (55,71%). Il dato più basso si registrò invece a Pantelleria (30,42%), San Vito Lo Capo (31,47%) e Favignana (38,37%). Poco sotto la media provinciale e regionale gli altri centri più grandi (Trapani al 43,37%, Marsala al 45,65%, Castelvetrano al 45,72%), con l’eccezione di Mazara del Vallo, in cui si arrivò al 49,18%.

Sono previste tre rilevazioni dell’affluenza nelle prossime ore: alle 12, alle 19, alle 22. Dopo le 22 saranno divulgati gli exit poll, ma lo spoglio non avverrà in serata. Per conoscere i dati reali bisognerà attendere la giornata di domani, con le operazioni di scrutinio che avranno inizio in mattinata.

You may also read!

Rocca del Gallo vandalizzato_19.11.2017_1

Campobello, vandalizzato il parco urbano di Rocca del Gallo. Amarezza delle istituzioni

Vandali in azione domenica pomeriggio nel parco urbano di Rocca del Gallo. Ignoti hanno danneggiato le capannine in legno

Read More...
Crollo di un vecchio magazzino a Paceco

Crollo di un vecchio magazzino a Paceco. Il sindaco: “area transennata e già sottoposta a sorveglianza”

Il sindaco di Paceco, Biagio Martorana, interviene per alcune precisazioni, in merito al parziale crollo di un vecchio magazzino

Read More...

A Custonaci la presentazione di un volume sull’Aghadir di Pizzo Monaco

Venerdì 24 novembre, alle ore 18.00, presso la Sala Conferenze Solina Quartana del Santuario Maria SS. di Custonaci sarà

Read More...

Mobile Sliding Menu