Regionali 2017: Nello Musumeci è il nuovo Presidente della Regione

In Apertura, ELEZIONI REGIONALI, Politica, REGIONE
Nello Musumeci

19.15: “Voglio essere e sarò il presidente di tutti i siciliani, di chi mi ha votato e di chi ha deciso di non votare o votare altri – ha detto Nello Musumeci nel suo primo discorso dopo le elezioni – Il primo compito da assolvere è di recuperare oltre il 50% dei siciliani che ha deciso di non andare a votare. Abbiamo il dovere di lavorare tutti assieme per restituire alla politica in generale credibilità e autorevolezza. (…) Avverto per intero il peso di una grande responsabilità, non nascondo le difficoltà che incontrerò lungo il percorso per le condizioni drammatiche in cui si trova la mia terra. Sono però convinto che con l’aiuto delle forze politiche della coalizione di centrodestra – che ringrazio per avermi onorato della fiducia nel designarmi candidato unitario – e col sostegno in Parlamento di tutte le forze, riusciremo lentamente a risalire la china. Dobbiamo tutti scrivere una nuova pagina nella storia della Sicilia. Di questa terra amara e bella, rassegnata. Che Verga ha voluto descrivere come la terra dei vinti. Sono convinto che la Sicilia con l’impegno di tutti non debba più essere un’isola da raccontare ma da vivere. Un’isola con molti limiti ma con infinite potenzialità. Voglio ringraziare tutti i leader della coalizione da Berlusconi a Giorgia Meloni, Salvini, Cesa, agli autonomisti popolari e al movimento idea Sicilia, e un grazie particolare al mio movimento #diventerabellissima perché il sogno è cominciato nel 2014 e da allora lo abbiamo inseguito senza velleità, restando con i piedi per terra e con l’obiettivo di ridare un futuro a questa terra. Voglio dedicare questa campagna elettorale ai miei tre figli e ai figli di tutti i siciliani perché ogni sforzo sarà fatto per loro. I giovani hanno diritto a credere in un futuro diverso e migliore. L’impegno antimafia è il prerequisito dal quale non ci siamo mai allontanati. E deve diventare l’impegno di tutti i siciliani. Abbiamo il dovere di lavorare per la rinascita della nostra terra. E a chi dall’alto ci guarda con aria di sufficienza voglio dire che noi crediamo davvero nell’unità d’Italia, ma questo si verifica solo se il Sud smette di arrancare e cresce con le stesse possibilità offerte alle regioni del Nord. Grazie davvero per tutto quello che avete fatto. Adesso tocca a me e devo metterci tutto il mio impegno affinché questa scommessa possa essere vinta. Questo è un risultato di rilevanza nazionale. Il centrodestra si ricompone e apre la strada ad un appuntamento politico importante che nella prossima primavera dovrà dare un Governo degno di questo nome all’Italia. Questo esperimento riuscito in Sicilia potrà rappresentare un paradigma per guardare al futuro con reale ottimismo. (…) Basta con la campagna elettorale adesso ognuno nel proprio ruolo al lavoro per la redenzione di questa terra, lo dobbiamo a chi non c’è più e a chi è rimasto”.

18.45: Mancano ancora un migliaio di sezioni all’appello, ma ormai è chiaro: Nello Musumeci è il nuovo presidente della Regione Siciliana. E’ ormai praticamente impossibile che il suo principale sfidante, Giancarlo Cancelleri, riesca a scavalcarlo. La differenza tra i due, allo stato attuale, è di circa 90 mila voti. Dagli exit poll di ieri sera ad oggi, comunque, il candidato del centrodestra è sempre stato in vantaggio rispetto all’esponente pentastellato.

Questa la situazione quando sono state scrutinate 4321 sezioni su 5300:

Musumeci è al 39,878%, Cancelleri al 34,678%, Micari al 18,555%, Fava al 6,167%, La Rosa allo 0,722%.

16.00: superata la metà delle sezioni scrutinate in Regione (3003 su 5300) i risultati sono i seguenti: Musumeci 39,175%, Cancelleri 34,877%, Micari 19,09%, Fava 6,102%, La Rosa 0,756%.

14.36: con 1847 sezioni scrutinate su 5300 si attesta in vantaggio il candidato Nello Musumeci che ottiene il 38% (246.876 voti), a seguire Giancarlo Cancelleri al 35% (226.350 voti). Micari ottiene il 18.88% (120.412 voti), Fava è al 6,177% (39.395 voti). Mentre Roberto La Rosa è allo 0,745% (4.750 voti).

report regionale
report regionale

12.49: Cominciano a procedere finalmente in maniera più veloce gli aggiornamenti sul sito ufficiale del Servizio Elettorale Regionale. Con 991 sezioni scrutinate su 5300, la situazione è la seguente: Musumeci 39,54%, Cancelleri 34,84%, Micari 18,72%, Fava 6,14%, La Rosa 0,73%.

12.18: Lo spoglio è iniziato alle 8 di questa mattina, ma dopo 4 ore sul sito della Regione i dati ufficiali coprono poco più del 10% dell’intera consultazione elettorale. Con 563 sezioni su 5300 la situazione è la seguente: Nello Musumeci sempre in testa con il 40,15% davanti a Giancarlo Cancelleri (34,56%), Fabrizio Micari (18,64%), Claudio Fava (5,96%) e Roberto La Rosa (0,68%).

11.32: Duecentosessantaquattro sezioni scrutinate su 5300: Musumeci al comando con il 41,20%, Cancelleri segue con il 34,31%, Micari terzo con il 18,23%, poi Fava con il 5,65% e La Rosa con lo 0,57%.

11.10: Nuovo aggiornamento da parte dell’ufficio elettorale della Regione Siciliana. Musumeci è al 43,88%, Cancelleri al 31,51%, Micari al 18,27%, Fava al 5,71%, La Rosa allo 0,60%.

10.55: Continuano ad arrivare alla spicciolata alcune sezioni marsalesi. Nella numero 15, Musumeci ha ottenuto 136 preferenze, Cancelleri 95, Micari 42, Fava 20. Tra i candidati all’Ars, il più votato è stato Stefano Pellegrino con 68 preferenze, seguito dal pentastellato Stefano Rallo (37). Più indietro Lo Curto (16), Turano e Ruggirello (15), così come Gucciardi (6) e Tranchida (5).

Su scala provinciale Tranchida è però davanti a Ruggirello e Gucciardi (37 sezioni su 450). I rappresentanti di lista in giro per i seggi segnalano che molti voti del candidato dei 5 Stelle Giancarlo Cancelleri non sono corredati da un voto alla lista. Il più penalizzato dal voto disgiunto sembra invece Fabrizio Micari: molti votanti della lista del Pd hanno infatti fatto ricadere la propria scelta per il presidente su Musumeci, Cancelleri o Fava.

10.30: Con grande lentezza arrivano i primi dati dall’ufficio elettorale della Regione Siciliana. Si tratta di numeri decisamente poco significativi rispetto al conteggio finale che appare ancora molto lontano. Dopo 34 sezioni scrutinate su 5300 Nello Musumeci è al 40,32%, Giancarlo Cancelleri al 33,16%, Fabrizio Micari al 19,84%, Claudio Fava al 5,82%, Roberto La Rosa poco sotto l’1%.

9.54: L’istituto Emg fornisce i dati della terza proiezione (12% copertura): Musumeci al 37,3%, Cancelleri al 36,4%, Micari scende al 18,8%, Fava al 6,9%. Chiude La Rosa con lo 0,6%. Nessun dato ufficiale, tuttavia, è stato ancora diffuso dal Viminale, nè dall’ufficio elettorale della Regione Sicilia.


Le prime proiezioni confermano quanto emerso ieri sera con gli exit poll. Bisognerà attendere la fine dello scrutinio per conoscere il nome del vincitore tra Nello Musumeci e Giancarlo Cancelleri. Dopo le prime schede scrutinate a livello regionale, il candidato del centrodestra si attesta intorno al 35%, mentre il pentastellato è al 34%. Fuori dai giochi Fabrizio Micari (al 20%) e Claudio Fava (9%).

Da Marsala arriva il dato definitivo sulla sezione 1 del centro storico: 85 voti per Cancelleri, 157 Musumeci, 57 Micari, 25 Fava, 4 La Rosa (con 10 nulle e 3 bianche).

You may also read!

Florio

Guida Cantine d’Italia 2018 premia la Cantina Florio di Marsala

La Guida Cantine d’Italia 2018, edita da Go Wine, premia ancora una volta le Cantine Florio di Marsala con

Read More...
Olio del Comune di Petrosino

Olio dei terreni del Comune di Petrosino donato a Caritas e Auser

Anche quest’anno i terreni coltivati ad ulivi del Comune di Petrosino hanno prodotto olio d’oliva. Ma l’annata ha fruttato

Read More...
STANNOTUTTIBENE

Giulia Adamo ospite della prima puntata di STANNOTUTTIBENE

Venerdì 24 novembre alle ore 13 sulla pagina facebook di Itacanotizie sarà online la prima puntata della seconda edizione di STANNOTUTTIBENE, il web-format

Read More...

Mobile Sliding Menu