Rifiuti, anche a Partanna è “tolleranza zero”

In Ambiente, Partanna

L’amministrazione comunale aumenterà i controlli sul sistema di raccolta dei rifiuti e sulle modalità di conferimento da parte dei cittadini, in particolare nella giornata dedicata alla raccolta dell’indifferenziato. L’ente locale inoltre amplierà la vigilanza in alcune aree cittadine, oggetto di abbandono indiscriminato di rifiuti e trasformate da alcuni incivili in vere e proprie discariche abusive, con la previsione di un’applicazione più rigorosa di ispezioni e verifiche e delle sanzioni previste per le irregolarità. Tolleranza zero quindi verso chi abbandona o non differenzia correttamente i rifiuti. Il servizio di controllo sarà effettuato ogni giorno dagli operatori accompagnati dagli agenti della Polizia municipale. Nel rispetto delle ordinanze sindacali, inoltre, è severamente vietato utilizzare sacchi neri. Si ricorda a tal proposito che le multe vanno da 50 a 300 euro per l’abbandono di rifiuti in strade e piazze, giardini, parchi e monumenti, fontane e aree sportive pubbliche e in un minimo di 75 euro fino a un massimo di 450 euro se si tratta di abbandono di bottiglie o contenitori in vetro.

In questi anni l’amministrazione comunale – dichiara il sindaco Nicolò Cataniaha incentivato il sistema della differenziata facendo presentare all‘ente locale numerosi progetti, poi regolarmente finanziati, che prevedevano fra l’altro la  consegna di nuovi contenitori per la raccolta rifiuti destinati alle utenze domestiche e a quelle commerciali e promuovendo le buone pratiche di selezione e riciclo dei materiali da conferire oltre a tutte le iniziative destinate a diffondere fra i cittadini i principi del rispetto dell’ambiente e del decoro urbano. Nell’ultimo periodo però c’è stato un arretramento nelle percentuali di raccolta differenziata e il diffondersi di comportamenti poco civili e irrispettosi verso la cittadina in cui viviamo. Per tale ragione l’amministrazione comunale, da questo momento in poi, non avrà più alcuna tolleranza verso i trasgressori”.

In questi anni non sono mancate le ordinanze sindacali emanate per stimolare il rispetto del decoro urbano. “La necessità di ridurre ulteriormente la quantità di rifiuti indifferenziati e di rafforzare il sistema di raccolta per raggiungere la percentuale del 65 per cento che ci permetterebbe di abbattere i costi di smaltimento in discarica – afferma Catania – ci impone adesso di assumere un atteggiamento più severo. Lo dobbiamo alla nostra città e nei confronti delle generazioni future che la riceveranno in eredità”.              

You may also read!

polizia

Arresti e denunce in provincia di Trapani: il report settimanale della Polizia

Pubblichiamo il tradizionale report delle attività effettuate nell’ultima settimana dalla Polizia di Stato in Provincia di Trapani. Il periodo

Read More...
Diego Maggio

Scrive l’avvocato Diego Maggio su Birgi e il ruolo dei Comuni

Caro Direttore, assistiamo speranzosi (e talora increduli) alle numerose (e talora apprezzabili) iniziative per la resurrezione di un aeroporto,

Read More...
Pale Eoliche

Scrive il Comitato Pale Eoliche di Salemi: “Politica latitante”

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Comitato Pale Eoliche Contrada Pietrazzi Salemi Nel 2017 il neonato “Comitato Pale Eoliche”

Read More...