Il deputato regionale Sergio Tancredi (M5S) condannato per diffamazione a mezzo stampa

In Apertura, Giudiziaria, Regione

E’ stato condannato dal Tribunale di Marsala per diffamazione a mezzo stampa aggravata, nei confronti dell’ex vice presidente vicario dell’Assemblea regionale siciliana Antonio Venturino, il deputato regionale del Movimento 5 stelle Sergio Tancredi, 51 anni, di Mazara del Vallo. Il giudice Lorenzo Chiaramonte lo ha condannato a 1.500 euro di multa, oltre le spese processuali, e a 15 mila euro di risarcimento per i danni morali subiti da Venturino.

La storia risale al 2014, quando dal profilo Twitter di Tancredi viene postata una frase poi ritwittata dall’eurodeputato 5 Stelle siciliano Ignazio Corrao. Questa la frase girata sui Social e giudicata diffamatoria: “Peggio di Rosario Crocetta e Cracolici c’è l’abusivo Venturino… enorme sacco di munnizza in sala d’Ercol… openars… Vendutino”.

L’allora vice presidente dell’Ars aveva sporto querela. Il fatto era avvenuto proprio mentre Venturino stava presiedendo i lavori d’aula. Secondo il giudice Chiaramonte “… si è trattato di un vero e proprio insulto lanciato in maniera gratuita nei confronti di un soggetto che rivestiva una carica istituzionale, che non può avere alcuna giustificazione sotto il profilo dell’esercizio di una normale critica politica”. Tancredi peraltro non si scusò mai con Venturino. Corrao invece, sottoposto ad un procedimento penale dinnanzi al Giudice trapanese, aveva evitato il giudizio risarcendo il danno prima della sentenza. 

You may also read!

mareggiate Marsala

Allerta gialla in tutta la Sicilia: domenica previste piogge e mareggiate

Si chiude con un fine settimana nel segno della pioggia questo mese di maggio anomalo, che ha regalato, soprattutto

Read More...
alcamo carabinieri

Ruba un’auto e si dirige verso la processione: panico ad Alcamo, indagano i Carabinieri

Momenti di panico ieri sera ad Alcamo durante una processione. Durante il rito religioso, poco prima della mezzanotte, un

Read More...
don Alessandro Palermo

Scrive don Alessandro Palermo sul decreto Minniti e gli eventi pubblici

In seguito alla “non accoglienza” – comunicatami solo alla vigilia dell’evento – della mia richiesta di realizzare un semplice

Read More...