Una macchina compattatrice per plastica e lattine al Parco Archeologico di Segesta

Una macchina compattatrice per plastica e lattine al Parco Archeologico di Segesta

Questo pomeriggio, nell’area di ristoro del Parco Archeologico di Segesta, è stata collocata una macchina “compattatrice per plastica e lattine” su richiesta del Comune di Calatafimi Segesta e messa a disposizione dalla società Agesp SpA di Castellammare del Golfo. L’intervento si è reso possibile grazie anche alla condivisione anche dell’ormai ex direttore del Parco Sergio Aguglia e alla sensibilità della nuova direttrice Agata Villa. La collocazione della macchina è stata effettuata nel pomeriggio e già utilizzata di numerosi turisti che affollavano il Parco Archeologico.

“Questo momento – sottolinea il sindaco Vito Sciortino – rientra nell’ambito del percorso rifiuti zero che l’Amministrazione comunale ha da tempo intrapreso. Un percorso che comprende non solo la città di Calatafimi Segesta, ma anche il Parco Archeologico che sappiamo essere giornalmente visitato da migliaia di turisti. Il rispetto dell’ambiente è uno dei nostri migliori biglietti da visita. L’abbiamo potuto fare grazie alla collaborazione sia della società Agesp di Castellammare, che si occupa della raccolta differenziata e dei rifiuti solidi urbani nel nostro territorio, sia alla sensibilità dimostrata dai direttori del Parco Archeologico di Segesta. Da domani dunque una attenzione in più per l’ambiente in un momento così delicato com’è quello che stiamo vivendo in tutta la Sicilia a proposito di rifiuti. Siamo certi di fare cosa gradita a tutti coloro i quali arriveranno in questo straordinario territorio”.

“L’iniziativa – aggiunge Silvia Bongiorno della Agesp S.p.A. – ha un grande valore simbolico ed un modo intelligente ed innovativo per recuperare rifiuti come plastica e lattine che altrimenti finirebbero in discarica e che invece, se opportunamente riciclati, possono ridare vita a nuovi  materiali che a loro volta daranno nuovo valore a nuovi oggetti.  Quello di oggi è solo l’inizio del progetto, contiamo infatti di utilizzare la macchina per compattare le bottiglie in plastica e le lattine anche in altri luoghi e con nuovi iniziative che possano premiare i cittadini virtuosi. E’ molto usata nei paesi del Nord Europa e da oggi è anche presente a Calatafimi Segesta”.

Quella appena collocata nell’area di ristoro del Parco Archeologico di Segesta, è la prima macchina “compattatrice per plastica e lattine”, in Provincia di Trapani. Facile da utilizzare, alla fine rilascia uno scontrino con l’invito a visitare Calatafimi Segesta.