Uno spettacolo di fontane danzanti per l’inaugurazione dell’estate di Petrosino

Uno spettacolo di fontane danzanti per l’inaugurazione dell’estate di Petrosino

Grande partecipazione di pubblico per la serata inaugurale di Petrosino Estate 2014. Oltre 2500 persone hanno partecipato, riempiendo ogni ordine di posto disponibile in piazza Biscione, e assistendo al suggestivo spettacolo “Acqua e fuoco” delle fontane danzanti. Un evento unico che ha attratto il pubblico, con le musiche, la magia dei colori e i giochi d’acqua e fuoco. “Inizia al meglio l’estate petrosilena – ha commentato il sindaco Giacalone -, con una piazza, cuore delle manifestazioni, che vuole essere un percorso storico e ambientale, che guarda al bello, ma rispettosa del territorio e della natura e all’interno della quale è stato creato lo spazio “Oasi Zone”, un luogo più raccolto dove si svolgeranno gli eventi culturali, le proiezioni di Cine@mare, le presentazioni dei libri etc. Un’oasi, uno spazio mobile che fa da contraltare ai deserti culturali di una Sicilia che in realtà rimane sempre fertile”. “Siamo soddisfatti della risposta di pubblico per la serata inaugurale delle nostre manifestazioni estive, – le dichiarazione dell’assessore Federica Cappello – il nostro programma punta su eventi di qualità, e ogni nostro sforzo è  rivolto all’attrazione turistica. Quello che vogliamo è incentivare il nascere di attività ricettive e commerciali. Abbiamo visto diverse presenze di turisti, anche stranieri e abbiamo tutti gli strumenti per rilanciare il settore turistico. Da questo momento vogliamo  incentivare e facilitare l’iter burocratico per l’apertura di nuove attività, cogliendo l’occasione per invitare i giovani imprenditori a farsi avanti. Da parte di questa amministrazione troveranno pieno sostegno”. La piazza Biscione totalmente rinnovata, con un arredo eco–sostenibile, fatto con materiale di riciclo, è stata curata dall’architetto Graziana Genna, che ha vinto la sezione arredo urbano del “Bando delle  idee – Petrosino Estate 2014”.  “Questo arredo rispecchia le mie linee guida in ambito progettuale – ha detto l’architetto – e si intitola: “Progettare, realizzare e comunicare arredi urbani ecosostenibili”. I materiali utilizzati sono poveri e di uso comune, quali: pedane trasporto merci, bottiglie di plastica e di vetro, metalli riciclati ecc. L’obiettivo del progetto era quello di enfatizzare la produzione locale, inglobando una serie di aziende produttrici per la realizzazione del progetto partecipato. L’arredo è stato pensato esclusivamente per Petrosino. All’interno della prima struttura di arredo urbano ho posizionato un asse direzionale che ha come punto di fuga un filare di vite matura sul sfondo del mare, per rievocare il logo “Petrosino il mare nell’uva”.