Caporalato: i responsabili dello sfruttamento di braccianti sono padre, figlio e un parente

In Apertura, Cronaca, Marsala

Nell’operazione della Guardia di Finanza provinciale sul Caporalato, emergono i nomi dei responsabili delle attività di sfruttamento ai danni di tanti braccianti agricoli rumeni a Marsala e in tutta la Provincia. Si tratta dei marsalesi Filippo e Giuseppe Angileri, rispettivamente di 79 e 49 anni, padre e figlio, nonchè Benedetto Maggio di 41 anni cognato di Giuseppe. Per loro è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune lilybetano.

I tre gestivano la cooperativa “Colombaia” che forniva manodopera a grosse aziende agricole. L’indagine prese il via nel 2016 da una fonte chiave, e venne coordinata dal sostituto procuratore Antonella Trainito del Tribunale di Marsala; a firmare i provvedimenti contro i tre correi, il gip Francesco Parrinello. Il reato contestato è di “intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro”, dove risulta indagato anche un cittadino rumeno. Un teste, addirittura, ha rivelato agli investigatori che fu minacciato da Giuseppe Angileri con una pistola.

You may also read!

kart

Si è svolto il “Gran premio di Kart Città di Petrosino”

Cinquantasei piloti hanno disputato in provincia di Trapani, il 24° Gran Premio Città di Petrosino, gara valida come 3°

Read More...
tamponamento

Marsala, tamponamento a catena sulla via Mazzini, due i feriti trasportati all’ospedale

Tamponamenti pochi minuti fa nella centralissima via Mazzini a Marsala all’altezza del numero 127, come si vede nella foto

Read More...
autostrada

Finisce fuori strada con la moto e perde la vita. E’ accaduto nello svincolo dell’autostrada all’altezza di Birgi

E’ finito fuori strada con la moto all’altezza dello svincolo dell’aeroporto di Birgi ed è morto sul colpo. E’

Read More...