Chirurgia laparoscopica obiettivo raggiunto al Sant’Antonio Abate di Trapani

In Sanità, Trapani
Ospedale Sant'Antonio Abate di Trapani

Sono quarantacinque gli interventi di chirurgia colorettale con metodica mininvasiva eseguiti nei primi sei mesi del 2019 dall’Unità di Chirurgia laparoscopica dell’ospedale S.Antonio Abate di Trapani diretta da Giovanni Gambino.
Il risultato assume un significato strategico alla luce dei dati riportati dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali: secondo l’Agenas, infatti, in quelle Unità Operative che effettuano almeno 50 interventi annui di chirurgia colo-rettale con metodica laparoscopica il tasso di sopravvivenza a 30 giorni è superiore al 97%.

“Se questo trend si manterrà costante nei prossimi mesi dell’anno – ha detto il direttore del Dipartimento di Chirurgia, Lelio Brancato – entro la fine del 2019 il numero di interventi effettuati porterebbe l’Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Trapani quale centro di riferimento per il trattamento mininvasivo anche della patologia neoplastica del colon-retto. Il raggiungimento di un simile obiettivo – ha sottolineato Brancato – costituisce un traguardo tanto più importante poiché attualmente questa UOSD non possiede un reparto autonomo, è costituita da due dirigenti medici e dispone di sole cinque sedute operatorie mensili”.

You may also read!

E’ morto Andrea Camilleri

E’ morto all’età di 93 anni lo scrittore siciliano Andrea Camilleri. Era ricoverato a Roma da alcune settimane in

Read More...
Salvatore Ombra

Ombra attende Musumeci: “Abbiamo poco tempo per salvare Birgi”

Alla fine, l’atteso incontro tra il presidente della Regione Nello Musumeci e l’imprenditore marsalese Salvatore Ombra non c’è stato.

Read More...
don Baldassare Meli

Attacchi a don Meli, la solidarietà dei cooperatori salesiani di Marsala

«Destano preoccupazione gli attacchi sui social che don Baldassare Meli, parroco a Santa Lucia di Castelvetrano, ha ricevuto in

Read More...