Consiglio comunale, iniziata la trattazione del Piano delle Opere Pubbliche

In Marsala, Politica
Consiglio comunale Marsala 12 dicembre

E’ tornato a riunirsi ieri sera il Consiglio comunale di Marsala e un pò  a sorpresa ha iniziato a trattare il Piano Triennale delle Opere Pubbliche che è ancora “fermo” nelle competenti Commissioni consiliari. L’assessore ai lavori pubblici Salvatore Accardi, ha tracciato un primo quadro dell’atto che l’Amministrazione propone al Consiglio. Preliminarmente alla discussione  il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, Ferdinando Marchese, ha illustrato la relazione formulata sulla bozza di Bilancio di Previsione 2019, predisposta dall ’Amministrazione anche questa delibera è  Di Girolamo e in atto all’ esame della commissione Finanze di Palazzo VII Aprile.

Nel corso della seduta di ieri il Presidente sentita la richiesta di alcuni consiglieri, e in particolare del consigliere Michele Gandolfo, ha deciso di aggiungere alle sedute della sessione in corso (15, 20 e 27 maggio) un’altra che si terrà il giorno 22 (da stabilire ancora se di mattina o pomeriggio) per trattare due argomenti di attualità: la situazione del Porto e la Raccolta differenziata dei Rifiuti. all’inizio della seduta Il consigliere Michele Gandolfo ha chiesto il prelievo del punto “Relazione finale su iter procedurale adottato dal comune di Marsala relativo al progetto Porto di Marsala – Opere di messa in sicurezza – Molo foraneo sopraflutto e Molo foraneo sottoflutto – Banchine e Piazzali – Escavazioni”. Il presidente comunica che si può convocare una seduta ad hoc  per il prossimo 22 maggio.

 

L’Assessore Salvatore Accardi ha iniziato la relazione sul piano facendo presente che esso verrà supportato con 4 milioni e mezzo di mutui, un milione della Buccalossi e 500 mila euro con avanzi di amministrazione.

Per quel che invece riguarda gli interventi finanziabili con la vendita di beni patrimoniali quest’anno vi è la novità che bisogna accoppiare l’opera da realizzare con la singola vendita di un bene. Accardi ha pio fatto un elenco delle opere che hanno già avuto il relativo finanziamento: Museo del Vino Palazzo Fici (300 mila euro), parcheggio stadio (700 mila euro), Piazza Della Vittoria (800 mila euro), Area di Salinella (560 mila euro), Campo via Istria (700 mila euro), Palestra Grillo (644 mila euro), opere ambientali (133 mila euro), Scuola Paolini (514 mila euro), Scuola Rubino (101 mila euro) e Scuola Asta (380 mila euro). Parla, inoltre, di finanziamenti ormai quasi certi per il rifacimento del manto erboso del Municipale, per il lungomare Boeo, per la pista ciclabile di Villa Genna. ” E’ confermato – ha detto l’assessore – il finanziamento al primo progetto di efficientamento energetico di 5 milioni di euro. Procederemo anche all’individuazione di un’area dove realizzare case popolari con le economie derivanti dalla costruzione degli alloggi popolari di via Mazara”. Sulla relazione dell’Assessore Accardi intervengono i consiglieri Mario Rodriquez  che ha chiesto di sapere se sono stati finanziati entrambi i progetti di efficientamento energetico per la pubblica illuminazione, Ginetta Ingrassia “quali sono gli interventi urgenti per il 6° Circolo? Aldo Rodriquez  ha ricordato che alla scuola Terrenove non funziona ascensore, Flavio Coppola ha ricordato come la gestione di invoca gestione di Villa Cavallotti è deficitaria”.

 

You may also read!

kart

Si è svolto il “Gran premio di Kart Città di Petrosino”

Cinquantasei piloti hanno disputato in provincia di Trapani, il 24° Gran Premio Città di Petrosino, gara valida come 3°

Read More...
tamponamento

Marsala, tamponamento a catena sulla via Mazzini, due i feriti trasportati all’ospedale

Tamponamenti pochi minuti fa nella centralissima via Mazzini a Marsala all’altezza del numero 127, come si vede nella foto

Read More...
autostrada

Finisce fuori strada con la moto e perde la vita. E’ accaduto nello svincolo dell’autostrada all’altezza di Birgi

E’ finito fuori strada con la moto all’altezza dello svincolo dell’aeroporto di Birgi ed è morto sul colpo. E’

Read More...