Giornate FAI d’Autunno con i Giovani, itinerari a Trapani e Alcamo

In Alcamo, Ambiente, Beni Culturali, Trapani

Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese. Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta di 700 luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Le Giornate FAI d’Autunno sono, quindi, l’opera collettiva dei nostri ragazzi, il risultato della forza delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventun anni, scrisse i versi immortali dell’Infinito: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è dedicata a lui e alla sua poesia, su cui vertono tre aperture speciali: l’Orto sul Colle dell’Infinito, Bene del FAI a Recanati (MC), inaugurato lo scorso 26 settembre alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, luogo che ispirò l’idillio; il Parco Vergiliano a Napoli dove le spoglie di Giacomo Leopardi sono state traslate nel 1939 dalla Chiesa di San Vitale a Fuorigrotta, in cui l’amico Antonio Ranieri lo fece tumulare nel 1837; infine, la Chiesa di Sant’Onofrio al Gianicolo a Roma, con la tomba di Torquato Tasso che Leopardi considerava tra gli italiani più eloquenti e sulla quale pianse le sue lacrime più profonde.

In provincia di Trapani, le Giornate FAI d’Autunno si terranno a Trapani e ad Alcamo.

Si segnalano le aperture degli altri interessantissimi siti da parte del Gruppo FAI di Alcamo (“La privatezza degli spazi – L’ingresso”) e delle altre Delegazioni e Gruppi FAI della regione siciliana, nonché del principale Bene del FAI in Sicilia, il Giardino della Kolymbethra, autentico gioiello archeologico e agricolo situato nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento.

A Trapani, seguendo il filo conduttore leopardiano dell’Infinito, dalla Torre di Ligny e dal Bastione Imperiale, punti privilegiati di osservazione di “interminati spazi”, ma anche centro del triangolo della mitologia costituito dall’isola della Colombaia a sud-ovest, dallo scoglio del Malconsiglio a nord e dal monte Erice e dalla costa di Pizzolungo a nord-est, la Delegazione FAI con il Gruppo FAI Giovani di Trapani proporrà ai visitatori una originale narrazione sui suggestivi legami tra il territorio trapanese e alcuni grandi personaggi del Mito. Ne racconteranno le affascinanti storie i nostri bravissimi Apprendisti Ciceroni, studenti di alcune scuole di Trapani, Paceco ed Erice che si soffermeranno, in particolare, sull’Eneide, sull’Odissea e sul culto della dea Venere, indicando di volta in volta i luoghi che di quelle storie furono teatro. Saranno, inoltre, offerti alcuni appuntamenti speciali durante i quali autorevoli studiosi e valenti narratori apporteranno interessanti contributi di approfondimento, anche di carattere storico: sabato 12 alle ore 10,30 la Prof.ssa Stefania La Via con passeggiata “Tra storia e mito”; sempre alle ore 10,30 la Dott.ssa Valeria Campo Tranchida con passeggiata “Nel triangolo della mitologia”; alle ore 12,00 il Prof. Francesco Torre con “La battaglia di Drepana 249 a.c.”; sabato 12 alle ore 16,30 i Prof.ri Renato Lo Schiavo e Margherita Giacalone con “Ulisse e i Feaci”; domenica 13 alle ore 10,30 la Prof.ssa Stefania La Via con passeggiata “Tra storia e mito”; sempre alle ore 10,30 la Dott.ssa Valeria Campo Tranchida con “Passeggiata nel triangolo della mitologia”; alle ore 12,00 il Prof. Francesco Torre con “La battaglia delle Egadi 241 a.c.”; domenica 13 alle ore 16,30 i Prof.ri Renato Lo Schiavo e Margherita Giacalone con “Aeneadum genetrix, hominum divumque voluptas, alma Venus …. Il tempio, il mito, la storia”. Per ciascuno di tali appuntamenti, che avranno luogo o partiranno dalla Torre di Ligny, è richiesta la prenotazione tramite sms al numero 330588532 o via mail all’indirizzo trapani@delegazionefai.fondoambiente.it .

Ogni visita prevede un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Durante le Giornate FAI d’Autunno in via eccezionale anche i Beni FAI saranno accessibili a contributo facoltativo. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.

Si ringraziano il Comune di Trapani, la Biblioteca Fardelliana, il Prof. Renato Lo Schiavo, la Prof.ssa Margherita Giacalone e il Prof. Francesco Torre, l’I.C. “Giovanni XXII” di Paceco, l’I.I.S. Liceo “V. Fardella – L. Ximenes” di Trapani, l’I.I.S. “Rosina Salvo” di Trapani, l’I.P.S.E.O.A. “I. e V. Florio” di Erice e, naturalmente, il Gruppo FAI Giovani di Trapani e la sua Responsabile Valeria Campo Tranchida. Nati otto anni fa, i gruppi di giovani volontari del FAI sono diffusi in tutta Italia: le Giornate FAI d’Autunno sono la loro festa, l’occasione per mettere in pratica il loro generoso contributo a favore della missione del FAI con originalità e grande energia. Ad affiancarli, nell’accogliere e accompagnare i visitatori, ci saranno gli Apprendisti Ciceroni, studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

Ogni visita prevede un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Durante le Giornate FAI d’Autunno in via eccezionale anche i Beni FAI saranno accessibili a contributo facoltativo. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.

L’edizione 2019 delle Giornate FAI d’Autunno è possibile grazie all’importante contributo di UBI Banca, prezioso sponsor dell’evento e vicino al FAI dal 2012, che in quest’occasione aprirà per la prima volta al pubblico due palazzi storici a Milano e a Chieti. DHL Express Italy, rinnovato Logistic Partner dell’evento, garantirà la movimentazione dei materiali. Si ringrazia inoltre GEDI Gruppo Editoriale per la consolidata collaborazione. Grazie anche a Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI, che ha donato il suo prodotto per l’iniziativa e sarà presente a Milano e Napoli con tre speciali eco compattatori dedicati alla raccolta selettiva delle bottiglie in plastica PET che verranno così correttamente smaltite e riciclate.

L’ottava edizione delle Giornate FAI d’Autunno si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane e di Responsabilità Sociale Rai. Con la media partnership di TG1, RAI TGR, RAINEWS24, che assicureranno ampia informazione e una copertura capillare. Si ringraziano, infine, Regione Lazio, Regione Lombardia, Regione Puglia, Provincia Autonoma di Trento, Fondazione Carical e Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia per il contributo concesso.

Grazie a Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, Istituzioni Pubbliche e Private, ai privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 125 Delegazioni, 94 Gruppi FAI, 94 Gruppi FAI Giovani e 2 Gruppi FAI ponte tra culture. Nati otto anni fa, i gruppi di giovani volontari del FAI sono diffusi in tutta Italia: le Giornate FAI d’Autunno sono la loro festa, l’occasione per mettere in pratica il loro generoso contributo a favore della missione del FAI con originalità e grande energia. Ad affiancarli, nell’accogliere e accompagnare i visitatori, ci saranno 5.000 Apprendisti Ciceroni, studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399

You may also read!

Mostra Ornitologica al Csr Aias di Marsala: tutti i “campioni di razza” vincitori

Circa 2500 visitatori al Csr-Aias di Marsala nella due giorni della Mostra ornitologica organizzata dall’Associazione Ornitologica Lilybea 2012, che si è

Read More...

Al via la 71° stagione lirica invernale dell’Ente Luglio Musicale Trapanese

Al via la 71a stagione lirica invernale dell’Ente Luglio Musicale Trapanese che va in scena con sei appuntamenti in cartellone al Teatro “M° Tonino Pardo”,

Read More...

Un’anima siculo-danese vola su Birgi: voli da e per Pantelleria con la Compagnia DAT. Pacchetti viaggio per studenti

La perla nera del Mediterraneo oltre che più vicina adesso sarà anche più conveniente. Raggiungere l’isola frastagliata dal vento,

Read More...