I più ricercati

In Apertura, Io la penso così
numeri

Non solo per scelta culturale, ma noi fin da ragazzini quando si giocava (quelli che hanno qualche anno, ricorderanno…) a guardie e ladri, noi volevamo sempre fare la parte dei primi. Poi crescendo tra chi rubava e chi arrestava i malviventi… naturalmente ci sono ladri e ladri, reati e reati. Abbiamo scelto di fare altro nella vita, ma alcuni reati e i loro autori se ci fossero capitati tra le mani. Appunto abbiamo scelto di fare altro. La legge tutela anche chi i reati li commette. Ed è giusto. Ma voi volete che un poliziotto o un carabiniere, magari giovane padre di famiglia, quando arresta un presunto pedofilo…Stiamo cadendo in ragionamenti tortuosi e reazionari, riprendiamo la ragione. Leggevamo che il mazarese Vito Bigione, il ragioniere dei rapporti tra mafia e ‘ndrangheta, specializzato in traffico di stupefacenti tramite i suoi pescherecci, è finito nel listone dei 30 ricercati più pericolosi d’Italia. Arrestato più volte, condannato e rilasciato, adesso deve scontare 15 anni per mafia e traffico di droga. Si è reso irreperibile e le forze dell’ordine lo cercano per arrestarlo. Giustamente. Ora noi abbiamo sempre avuto una curiosità. Chi compila le liste dei ricercati più pericolosi? Come si entra a farne parte? Dato che c’è anche una lista mondiale, un boss americano (o cinese o russo, fa lo stesso) che non si trova nei primi posti che fa? Si sente un pezzente? Invidia gli altri che lo precedono? Si attrezza per competere con maggiore successo e tentare di scavalcarli? In Italia poi la polizia come si organizza? Ha un elenco sempre dietro? “Ecco il numero 24 della lista”. Manette. E il numero 31 lo lasciamo un altro po’ fuori aspettando che cresca d’importanza? Scherziamo naturalmente. La forze dell’ordine fanno il loro dovere e non si pongono certo questi nostri stupidi interrogativi. Ma noi sì. Arrestateli tutti: 1, 2, 3 non ha importanza. Arrestate chi ruba denaro pubblico, chi violenta le donne, chi si macchia di reati odiosi contro i migranti, chi e poi chi… e se potete fateci sapere come fate quella famosa lista.

You may also read!

Fulvio Eterno

“Vita Malagasy” la mostra sul Madagascar di Fulvio Eterno

Fino al 23 giugno prossimo sarà possibile visitare nell’atrio del Collegio di Gesuiti di Alcamo l’esposizione degli scatti del

Read More...

Lo Curto: “Dobbiamo essere grati a Franca Buccellato”

“Sono profondamente addolorata per la scomparsa di Franca Marino Buccellato ed esprimo il mio sincero cordoglio. Perdiamo una persona

Read More...
Pietro Maria Fragnelli

Rifugiati, il Vescovo Fragnelli: “Una giornata non basta contro la cultura dello scarto”

“Una giornata non basta per porre rimedio ai danni che l’attuale cultura dello scarto e della paura fa nei

Read More...