Rave party in un casolare a Buseto con cocaina e Mdma: arrestati tre giovani

In Apertura, Buseto, Cronaca

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alcamo hanno tratto in arresto tre persone, due delle quali residenti a Palermo ed una residente a Paceco.

A seguito di complesse ed articolate indagini condotte sia con avanzate tecniche investigative sia con i classici servizi di osservazione, i Carabinieri di Alcamo, nel corso dell’attività convenzionalmente denominata “In the wood” sono riusciti a disarticolare un’organizzazione composta da giovani dediti alla detenzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina ed Mdma.

Le sostanze venivano cedute agli acquirenti in occasione di “rave party” organizzati all’interno di una struttura sita nel territorio trapanese. Le feste, durante le quali l’attività di spaccio delle sostanze stupefacenti era particolarmente frenetica, venivano pubblicizzate tramite la rete attraverso noti social network .

A nulla sono serviti gli accorgimenti adottati dagli organizzatori per assicurarsi un elevato livello di riservatezza, in quanto i Carabinieri di Alcamo sono riusciti lo stesso a penetrare tra le fitte maglie della rete criminale, accuratamente tessuta dagli organizzatori delle manifestazioni. Gli eventi, infatti, venivano pubblicizzati senza indicare precisamente il luogo dove si sarebbe tenuto il “rave”, al quale gli aspiranti partecipanti venivano poi ammessi solo attraverso successivi contatti diretti e dopo che gli organizzatori ne avevano verificato l’”affidabilità”.

Considerate le risultanze emerse dalle indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Alcamo, il Tribunale di Trapani, ritenendo che a carico degli indiziati sussistano gravi indizi di colpevolezza, ha emesso i 3 provvedimenti cautelari eseguiti all’alba dai militari dell’Arma nonché il sequestro preventivo dell’immobile denominato “Il Contadino” sito in Buseto Palizzolo ove si tenevano gli eventi.  Gli arrestati, tutti con precedenti di polizia, sono il 21enne Alessandro Genco, il 30enne Santo Priolo e il 20enne Antonio Pace.

I giovani, rintracciati presso le rispettive abitazioni di Palermo e Paceco, sono stati tratti in arresto per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo le formalità di rito, accompagnati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso le rispettive abitazioni, dove resteranno agli arresti domiciliari.

You may also read!

Fondi comunitari per il patrimonio culturale, per Erice due progetti finanziati

E’ stato pubblicato dalla Regione Siciliana il D.D. 2701 del 14/06/2019 contenente la graduatoria dei progetti ammessi a finanziamento

Read More...

A Cornino la terza edizione del Tuna Fish Fest

Dal 18 al 21 luglio, a Baia Cornino, località balneare del Comune di Custonaci, si svolgerà la III edizione

Read More...
Valentina Palmeri

Residence Marino e Serraino Vulpitta, Palmeri (M5S) incalza la Regione sul futuro dei dipendenti

“I cittadini di Trapani non possono perdere due strutture che operavano una importante funzione sociale, centro per anziani e

Read More...