Rifiuti, acqua e aeroporto: il sindaco di Marsala all’attacco della Regione

In Apertura, Marsala

Di Girolamo: “La settimana prossima rischiamo di ritrovarci con i rifiuti per strada”. Cresce l’ansia per Birgi: “Così salta anche la programmazione 2019”

Rifiuti, acqua e aeroporto. Questi i temi su cui si è incentrata la conferenza stampa convocata in sala giunta dal sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo. Chi si aspettava annunci ad effetto sarà probabilmente rimasto deluso. Il primo cittadino ha infatti voluto con realismo e chiarezza fare il punto della situazione su tre fronti che destano non poca preoccupazione, non risparmiando dure critiche al governo regionale guidato dal presidente Nello Musumeci. Alla presenza degli assessori Agostino Licari, Salvatore Accardi, Rino Passalacqua e Andrea Baiata, il sindaco è tornato sulle difficoltà scaturite dalla recenti decisioni della Regione di limitare a 35 le tonnellate di rsu che il Comune di Marsala può scaricare presso le discariche siciliane. L’ultimo provvedimento, che ha autorizzato lo smaltimento degli accumuli di giugno a Bellolampo, è invece costato alle casse comunali ben 200 euro a tonnellata, più del doppio di quanto solitamente viene pagato per il conferimento in discarica. “In otto mesi la Regione non è stata capace di risolvere la situazione. Non si può di punto in bianco imporre a una città che si è dimostrata virtuosa di passare dal 55% di differenziata al 70%”, ha affermato il sindaco. “Di fatto ci considerano come Trento – ha aggiunto il vicesindaco Agostino Licari -. Il nostro obiettivo è innalzare ancora la percentuale di differenziata, ma serve tempo. Non ci possono chiedere di farlo dall’oggi al domani”. Lo stesso vicesindaco, titolare della delega all’ambiente, ha evidenziato che questo stato di cose non fa che alimentare dubbi e perplessità su eventuali interessi legati al business dei rifiuti. Nell’immediato, la giunta ha comunque rilanciato l’appello alla comunità lilybetana a differenziare di più i rifiuti, nella consapevolezza che l’arrivo dei turisti e di migliaia di fuori sede che tornano per l’estate, comporterà un inevitabile aumento dell’rsu. “La settimana prossimo potremo ritrovarci con i rifiuti per le strade”, ha ammonito il sindaco con amarezza. L’auspicio dell’amminisrtrazione è che la riduzione nelle periferie a un solo turno settimanale per il ritiro dell’indifferenziata possa dare risultati confortanti.

Altro fronte “caldo” è quello dell’acqua. Com’è noto, ogni anno la falda è più asciutta e la rete idrica diventa più vetusta e mal funzionante. Il finanziamento di 5 milioni che sta consentendo al Comune di sistemare le tubature del centro storico è un piccolo conforto, di fronte a una situazione molto critica. Anche la possibilità di attingere alle acque reflue depurate per destinarle all’agricoltura appare senz’altro utile, ma non risolutiva. “Non possiamo aspettare in eterno che arrivi l’acqua da Montescuro, serve un dissalatore, comunale o provinciale che sia”, ha affermato il sindaco, auspicando a breve un intervento dalla Regione in quest’ambito. Al contempo, il primo cittadino ha invitato i cittadini marsalesi a dotarsi di contenitori di scorta, in quanto nelle prossime settimane potrebbe essere ridotta la portata dell’erogazione comunale.

Inevitabile, poi, un passaggio sull’aeroporto di Birgi. “Noi il 25 giugno abbiamo firmato una delibera in cui ci prendiamo la responsabilità di gestire un bando da 17 milioni di euro. Attendiamo solo che l’assessorato regionale firmi il decreto. Se si ritarda ancora, c’è il rischio di pregiudicare anche il 2019”. Un’eventualità del genere, naturalmente, si tradurrebbe in un ulteriore ridimensionamento del traffico passeggeri intorno al “Vincenzo Florio”, con inevitabili ripercussioni sull’economia turistica dell’intera provincia di Trapani. A margine della conferenza stampa, l’assessore Salvatore Accardi ha fatto sapere che si sta procedendo al ripristino dell’illuminazione pubblica al lungomare. La prossima settimana, invece, cominceranno i lavori per la realizzazione della rete fognaria nella zona dei lidi.

 

You may also read!

A Castellammare del Golfo, Mario Incudine si fa “Mimì”, siciliano per sfondare

Spettacoli, cultura, bellezza e turismo per credere in un sogno di rinascita di questa terra Avanti chi acchiana la

Read More...

Bodybuilding, a Mazara vince Irene Giubilato. Soddisfatto il preparatore Bertazzo

Nuovo successo per il preparatore atletico marsalese Gianluca Bertazzo. La sua atleta mazarese, Irene Giubilato (28 anni) si è

Read More...

Erice torna capitale della scienza: al via i seminari sulle emergenze planetarie

Erice torna capitale della scienza mondiale per quattro giorni. Dal 20 al 23 agosto, 114 scienziati di 29 Paesi

Read More...