Sformato di montone

In I libri sono ali

Una famiglia di troll si trasferisce in una cittadina inglese dalla Norvegia.

I loro vicini non sono felici di averli nella casa accanto, i troll sono sporchi, puzzolenti, grossi, pelosi e abili cacciatori di montoni; il loro cibo preferito. Il papà dà al figlio Ulrik lezioni di ruggito; abituati a vivere in una caverna, una villetta sembra loro troppo profumata e pulita per cui mamma troll abbellisce la loro casa con il fango.

La famiglia troll si prepara a festeggiare il Natrolle e come ogni anno non può esserci Natrolle senza uno sformato di montone; ma nella tranquilla cittadina inglese non si trovano montoni da cacciare.

Inoltre sta per arrivare il nonnozzo dalla Norvegia e i troll sono molto preoccupati. Come fare a spiegare al nonnozzo che non possono rispettare le tradizioni di Natrolle?

La fortuna viene loro incontro e dalla fattoria vicina un piccolo montone scappa via e il piccolo Ulrik se lo ritrova nel suo giardino. Adesso basta trovare un forno che lo possa contenere.

Il piccolo Ulrik però quando vede i due occhietti del piccolo montone si affeziona a lui e nonostante i genitori cerchino di convincerlo a cucinarlo, lui decide che nessuno toccherà il suo montone, a cui dà il nome di Rosmarino, a costo di diventare vegetrolliano.

Alla fine il papà commosso dall’amicizia tra il figlio e Rosmarino decide di liberare il piccolo montone, con grande disappunto del nonnozzo.

Il Natrolle arriva e i troll lo trascorrono a raccontarsi le loro storie preferite; Cenerentroll, Cappuccione rosso, La brutta addormentata nel bosco.

Scena dopo scena l’autore costruisce una storia allegra e divertente, spesso esilarante nel confronto tra i perfetti vicini inglesi e gli sporchi Troll. Ciò che rimane da fare è ridere di cuore e tuffarsi in questa avventura trollesca.

“Sformato di montone”, scritto da Alan MacDonald. Edizioni Giralangolo.

Consigliato ai bambini dagli 8 anni in su.

Recensione a cura della Libreria per bambini Albero delle Storie

You may also read!

In mostra a Trapani gli scatti del fotografo marsalese Max Salvaggio

A Trapani, nei locali di palazzo Milo – Pappalardo, in Via Garibaldi, e negli spazi del Chiostro di San Domenico, prenderà

Read More...

La scrittrice marsalese Carla Maria Pellegrino scrive a Liliana Segre: “Mai dimenticare la memoria”. E la senatrice risponde…

“Egregia senatrice Liliana Segre, mi chiamo Carla Maria Pellegrino e sono una scrittrice esordiente disabile di ventinove anni. Ho

Read More...

Reddito di Cittadinanza e Navigator: “Chiediamo un incontro con la Regione per potenziare i Centri per l’Impiego”. Intanto arriva la convocazione per i beneficiari

“Siamo laureati, concorsisti, cittadini, elettori e in ultimo Navigator. Per questo torniamo a chiedere alla politica di ascoltare la

Read More...