Tranchida rifiuta l’invito di Musumeci alle celebrazioni dello Statuto. Diventerà Bellissima: “Caduta di stile”

In Apertura, Trapani
Giacomo Tranchida Nello Musumeci

Durissimo lo scontro in atto tra il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida e il presidente della Regione Nello Musumeci. In seguito alle tensioni verificatesi durante l’incontro sull’aeroporto di Birgi tenutosi a Palermo, in cui Musumeci avrebbe definito “indegno” il sindaco trapanese, quest’ultimo ha declinato l’invito alle celebrazioni del 73° anniversario dello Statuto siciliano, in programma oggi.

“Registrato l’indicibile comportamento di codesto presidente nel corso dell’incontro istituzionale tenutosi il 13 maggio e le gratuite accuse e gravi ingiurie ricevute da questo sindaco nell’esercizio del proprio mandato di rappresentanza della città di Trapani, si declina l’invito”. La città di Trapani renderà omaggio alla ricorrenza del 73° anniversario dello Statuto siciliano nella propria sede istituzionale.

In difesa di Musumeci, è intervenuta la coordinatrice provinciale di Diventerà Bellissima, Giulia Ferro: “La grave crisi che incombe ormai da anni sullo scalo aeroportuale di Trapani-Birgi è certo un problema  che pesa su tutti. E proprio per questo tutte le autorità e i cittadini dei paesi del territorio ne sentono forte l’esigenza di arrivare alla tanto auspicata soluzione. Ma non per questo si debbono usare strategie di “colore” partitico”, afferma Giulia Ferro, a nome dei componenti l’Assemblea Generale del movimento del Presidente Nello Musumeci. La coordinatrice provinciale di Diventerà Bellissima ricorda che il governo regionale in carica ha ricapitalizzato Airgest e si sta adoperando per la fusione con Gesap, dialogando con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

“Ci sono temi che non dovrebbero avere colore politico – dicono in coro con la coordinatrice provinciale Ferro gli altri dodici componenti  dell’Assemblea Generale di Diventerà Bellissima : Vincenzo Abate, Giuseppe Bica, Gaspare Clemense, Giuseppe Vassallo, Giuseppe Cruciata, Giovanni D’Aguanno, Nicola Lamia, Vincenzo Maltese, Paolo Ruggieri, Giacomo Scimemi, Giacomo Tobia, Salvatore Tumbiolo   – Purtroppo oggi abbiamo sentito e letto qualche comunicato che fa evidenziare chiaramente una vergognosa strumentalizzazione politica. In particolare quella del sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, che, in quello che dichiara dimostra una pesante caduta di stile e una colpevole mancanza di rispetto per le istituzioni. Il suo, probabilmente, è un tentativo inutile, perché davvero senza alcuna possibilità di riuscirvi, di far dimenticare le reali responsabilità politiche di chi negli anni passati ha determinato la grave crisi dello scalo di Birgi. E ancor peggio, senza dare la corretta informazione dell’efficace impegno del Presidente Musumeci col Comitato appositamente costituito, e magari concedere la massima disponibilità atta ad appoggiare questo costante insistito operare che porterà sicuramente alla soluzione del problema. Non è di sicuro alzando i muri che si risolvono i problemi”.

 

You may also read!

Asp Damiani

Sanità trapanese, parla Damiani: “Con i concorsi colmeremo le carenze d’organico”

Un bilancio delle attività portate avanti nei primi 7 mesi del suo mandato e l’indicazione di una serie di

Read More...

Si ritrova dopo 24 anni la V D dell’Industriale di Marsala anno ’94-’95

Grazie ai nuovi Social e a WhatsApp, dopo 24 anni si sono ritrovati gli ex compagni di scuola della

Read More...

Dopo 29 anni si ritrovano gli ex compagni della Torreggiano di Petrosino

Dopo ben 29 anni, si sono ritrovati gli ex compagni di classe della scuola Torreggiano di Petrosino. Una serata

Read More...