Tutte le famiglie felici si somigliano?

In Apertura, Gratta e Vinci
Festa delle famiglie

Al netto delle polemiche e delle contromanifestazioni, il recente congresso delle famiglie di Verona ci pone un serio interrogativo a cui non possiamo sottrarci: cosa si intende oggi per famiglia tradizionale? Ho cercato il lemma “famiglia” nella mia vissutissima copia cartacea del Devoto-Oli – grazie al quale ho imparato a definire le parole, ma anche a tradirle con maggiore perizia – e ho scoperto che si tratterebbe semplicemente di un “nucleo sociale rappresentato da due o più individui, legati tra loro da un vincolo reciproco di matrimonio, parentela o affinità”. Devo ammettere che continuo ad avere delle idee piuttosto imparaticce sulla nozione di famiglia tradizionale. Da quando sappiamo che anche le tradizioni vanno declinate al plurale, è sempre più difficile orientarsi: suppongo che in materia di famiglia, per esempio, Papa Francesco e Don Vito Corleone attingano a tradizioni tendenzialmente diverse. Secondo il celebre postulato di Anna Karenina, “tutte le famiglie felici si somigliano”, dunque sembrerebbe facile riconoscerle, anche se non è chiaro che si tratti di famiglie tradizionali. La faccenda si complica ulteriormente quando all’aggettivo ‘tradizionale’ si sovrappone un attributo ancora più perentorio come ‘naturale’. Conosco un sacco di gente per cui la famiglia naturale, al mattino presto, è costituita da un uomo e una curcuma – mentre verso sera è costituita dallo stesso uomo e da un gatto.

Anche Matthew Cage e io siamo stati una famiglia naturale a tutti gli effetti per circa un anno e mezzo. In un modo tutto nostro, ogni giorno facevamo l’amore, condividevamo problemi e soddisfazioni, spesso dormivamo nello stesso letto e facevamo colazione guardandoci negli occhi. Qualche volta provavamo persino a leggere gli stessi libri, a guardare gli stessi programmi televisivi. Una volta provai persino a leggergli una poesia di Vivian Lamarque che sembrava parlare esattamente di noi due. A dispetto del suo secondo nome, non avevamo gli stessi gusti in fatto di musica, questo sì. Anzi, ancora oggi sono tormentato dal dubbio che avesse una qualche predilezione per il rap italiano. Ma la cosa non mise mai seriamente a rischio la nostra relazione. Tutto sembrava funzionare a meraviglia, come in una Storia di Instagram. Poi a un certo punto Matthew si è ammalato e, in un soleggiato pomeriggio di primavera, ha cercato l’angolo più ombroso della veranda per andare a morire con tutta la discrezione che si addice ai gatti ben educati.

Non posseggo certificati da esibire, ma ho il sospetto che se al congresso di Verona mi fossi dichiarato vedovo di un felino, al di là degli aspetti psichiatrici, il mio sarebbe stato classificato come un evidente caso di ‘zoomofilia’, clinicamente interessante, ma da contrastare con tutti i mezzi giuridici, sociologici, sanitari e confessionali. Un caso che nemmeno i più illuminati animalisti sarebbero stati capaci di dirimere pacificamente. D’altronde, fino a non molto tempo fa, se invece di un gatto si fosse trattato più canonicamente di un uomo, anche fuori da Verona e provincia, e persino in ambienti laici e progressisti, il caso non sarebbe stato meno invisibile e scandaloso.

Forse un giorno non troppo lontano scopriremo finalmente che anche in Italia le famiglie – fuori dal recinto di pericolanti sovrastrutture in cui ogni tanto una minoranza di extraterrestri vorrebbe tornare a rinchiuderle – non soltanto si somigliano, ma che ogni famiglia è diversa e felice a modo suo. Che le famiglie italiane sono tutte eguali quando fanno la fila dal fruttivendolo e vanno al cinema o in ospedale, o quando pagano la tassa sui rifiuti. E sono tutte parimenti vessate ogni giorno, senza distinzioni, dai call center di mezzo mondo.

Francesco Vinci

You may also read!

Il marsalese Salvatore Maltese in gol alla Favorita, ma il Palermo rimonta e vince

Quasi ventimila presenze a Palermo per la sfida tra la capolista e il Licata. Match combattuto, terminato con la

Read More...
Marsala Calcio - campo e pallone

Bella vittoria del Marsala a Troina: decide Padulano in zona Cesarini

Bella vittoria del Marsala, che al termine di un match combattuto e ricco di emozioni, si è imposto per

Read More...

Problemi al segnale Rai, diverse segnalazioni a Marsala

Molti marsalesi, sia al centro storico che in periferia, hanno segnalato in questi giorni problemi di ricezione per quanto

Read More...