Irvo: proclamati tre giorni di sciopero. Giacomo Manzo: “non percepiamo lo stipendio da 5 mesi”

In Apertura, Economia, Marsala, Regione
IRVO

Con una nota stampa i rappresentanti di tutte le sigle sindacali del settore comunicano che lunedì prossimo  28 gennaio, avrà inizio uno sciopero di tre giorni di tutti i lavoratori dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio – IRVO a cui non è stato corrisposto lo stipendio di ottobre, novembre, dicembre oltre alla tredicesima.

“La vicenda – ci ha detto Giacomo Manzo che rappresenta l’Ugl – parte dai pignoramenti giudiziari per l’importo di € 5.281.500,00 operati da Veronafiere S.p.A presso la Banca Cassiere dell’Istituto e presso terzi, con consequenziale blocco di tutte le risorse economiche presenti dell’Istituto”. Negli scorsi anni a seguito dell’organizzazione del Vinitaly, si dette incarico alla società che non è stata pagata e che adesso ha fatto ricorso all’autorità giudiziaria e nello specifico al competente tribunale di Sondrio dove si terrà domani un ulteriore udienza.

“I dipendenti, malgrado sia stato stanziato l’importo per percepire gli stipendi arretrati ed attuali, – continua Manzo – non riescono a percepire il dovuto in quanto il conto corrente è bloccato dall’iniziativa giudiziaria. A noi non rimane altro, dopo avere proclamato lo stato di agitazione di proseguire con l’astensione dal lavoro quale forma di lotta e di rivendicazione del diritto alla corresponsione delle retribuzioni arretrate e della regolare erogazione di quelle maturande. Abbiamo anche richiesto, ai fini del raffreddamento del conflitto e della conciliazione della vertenza, al Direttore Generale dell’IRVO, all’Assessore Regionale dell’Economia ed all’Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea un incontro urgente, per verificare la possibilità di adottare, in tempi piuttosto brevi, i provvedimenti necessari a risolvere i problemi di liquidità, ed erogare gli emolumenti dovuti al personale dipendente”. I sindacati hanno riscontrato il perdurare della mancanza di risposte ed in carenza anche di convocazione prefettizia alla cui autorità si erano rivolti, decorsi i termini temporali entro cui le procedure per l’espletamento del tentativo di conciliazione del conflitto andavano svolte e concluse, le organizzazioni in rappresentanza dei lavoratori, hanno proclamato lo sciopero generale dei dipendenti delle strutture centrali e periferiche dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio con astensione dalle attività lavorative per l’intera giornata lavorativa del 28 gennaio 2019 per rivendicare.

“ Per la giornata di sciopero – ha concluso Giacomo Manzo – è prevista una manifestazione sit-in a Palermo, in via E. Notarbartolo n. 17 davanti all’ingresso principale dell’Assessorato Regionale dell’Economia con inizio alle ore 9,00.

You may also read!

Disposta l’applicazione del braccialetto elettronico per due uomini: non potranno avvicinarsi alle compagne

Per non fare riavvicinare il marito violento alla moglie, il gip del Tribunale di Trapani, Dott. Emanuele Cersosimo, ha

Read More...

Droga, arrestato un giovane

Ieri 16 agosto personale del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano, supportato dai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori

Read More...
mare mosso

Ritrovato il corpo del giovane disperso a Torretta Granitola

Come purtroppo era prevedibile, è stato individuato dai sommozzatori dei vigili del fuoco il corpo del giovane di 24

Read More...